Lifestyle

Europa League: United e Ajax avanti ai supplementari, il Lione fa festa…

calcio

Europa League: United e Ajax avanti ai supplementari, il Lione fa festa ai rigori

  • –a cura di Datasport

Il Manchester United conquista l'accesso alle semifinali di Europa League battendo 2-1 l'Anderlecht grazie al gol di Rashford ai supplementari. Passa il turno anche l'Ajax che, pur perdendo 3-2 all’overtime in 10 in casa dello Schalke, avanza in virtù del 2-0 dell'andata: decisiva la rete di Viergever. Il Lione stende 7-6 ai rigori il Besiktas dopo aver perso 2-1 nei 90' regolamentari. Al Celta Vigo basta l'1-1 a Genk per volare in semifinale.   MANCHESTER UNITED-ANDERLECHT  Mourinho si affida a Ibrahimovic unica punta con Rashford, Lingard e Mkhitaryan alle sue spalle. Dopo un buon avvio degli ospiti a sbloccare l'incontro dell'Old Trafford al 10' è proprio l'armeno con un destro preciso sul cross di Rashford. Due minuti più tardi Pogba colpisce di testa a botta sicura ma Ruben vola sotto la traversa. L'Anderlecht va ad un passo dal gol al 21' quando Acheampong, a tu per tu con Romero, calcia addosso al portiere dei Red Devils. Il pareggio arriva comunque al 32': il sinistro di Tielemans, deviato da Valencia, sbatte sulla traversa e finisce tra i piedi di Hanni che, da due passi, non può sbagliare. Nella ripresa lo United si getta in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio ma Ibrahimovic si divora il più facile dei gol facendosi ipnotizzare da Ruben in uscita. Lo svedese spedisce poi la sfera per due volte a bordo campo da ottima posizione e la sua serata nera si chiude con l'uscita in barella per un infortunio al ginocchio. Ai supplementari prova a salire in cattedra Pogba che sfiora il gol spettacolare con una rovesciata che sbatte sul corpo di Spajic. Annullato anche un gol al francese per fallo a inizio azione di Fellaini. Al 107' a risolvere l'incontro e la qualificazione ci pensa Rashford che si libera in un fazzoletto e beffa Ruben sul primo palo.    BESIKTAS-LIONE Il match della Besiktas Arena di Istanbul si accende al 14' quando Tolisso, servito da Lacazette, calcia di un soffio a lato un rigore in movimento. Al 27' i padroni di casa passano in vantaggio con Talisca che risolve con una girata una mischia in area. Al 34' Lacazette pareggia i conti con un pregevole pallonetto che supera Fabri e si infila in rete. Lo stesso numero 10 francese colpisce un palo clamoroso al 41' su azione di contropiede mentre due minuti più tardi Talisca tenta un tiro a giro che si spegne di un soffio sul fondo. A inizio ripresa è ancora Talisca a pareggiare virtualmente i conti qualificazione spedendo in rete il cross di Adriano. Nel finale del secondo tempo Fabri salva due volte su Diakhaby e al 90' Lacazette colpisce un'incredibile traversa in contropiede. Si va così ai supplementari e al 102' Talisca si divora il 3-1 calciando a lato da pochi passi la sfera messa al centro da Quaresma. Al 107' Lopes compie un miracolo sul destro di Tosun e dall'altra parte è Fabri ad effettuare una parata pazzesca sulla conclusione da due passi di Tolisso. A decidere le sorti della qualificazione sono così i rigori: l’eroe che porta il Lione in semifinale è Anthony Lopes che ipnotizza dagli undici metri Tosic e Mitrovic mentre per i francesi l'unico errore è di Jallet. Il penalty finale lo realizza Gonalons.   SCHALKE-AJAX Pronti via e a Gelsenkirchen lo Schalke colpisce un palo con Meyer che angola il destro a giro dal limite. Col passare dei minuti l'Ajax addormenta la partita e va ad un passo dal vantaggio con Younes che, liberato da Kluivert, si addormenta sul più bello e viene recuperato da Howedes. A inizio ripresa lo Schalke trova il gol dell'1-0 con Goretzka che in diagonale batte Onana. Al 58' arriva il raddoppio dei tedeschi firmato da Burgstaller che spedisce in rete un pallone vagante in area. Howedes sfiora subito dopo il tris non centrando lo specchio di testa da ottima posizione. L'Ajax resta in 10 all'81' per il doppio giallo estratto all'indirizzo di Veltman e il match va così ai supplementari. Al 101' Caligiuri trova la terza rete per lo Schalke con un colpo di testa su cross perfetto di Kolasinac. Ma non è finita qui perché l'Ajax è vivo e trova il gol qualificazione al 110': Nastasic, nel tentativo di allontanare, colpisce lo stinco di Viergever e la palla si spegna beffardamente sotto l'incrocio. Con lo Schalke tutto proiettato nella metà campo avversaria, gli olandesi trovano anche la rete del 3-2 in contropiede con un bel destro di Younes.   GENK-CELTA VIGO Il Celta Vigo parte forte e dopo 9 minuti va vicino al gol con Cabral che, da posizione ravvicinata, non trova incredibilmente la porta. Stessa sorte per Pione Sisto che, al 16', calcia a giro una sfera che accarezza il palo. Il tecnico degli spagnoli, Berizzo, è costretto a sostituire l'infortunato Guidetti che accusa problemi muscolari ed inserisce Beauvue. L'attaccante francese, appena entrato, sfiora l'eurogol con una girata al volo che trova sulla sua strada un attento Ryan. E' ancora Beauvue il più pericoloso al 51' quando calcia addosso al portiere dei belgi. Al 63' il Celta Vigo passa in vantaggio con un destro preciso di Pione Sisto dal limite ma 4 minuti dopo il Genk pareggia con Trossard che approfitta di un errore di Cabral. Nel finale sono inutili i tentativi dei padroni di casa che sbattono sul muro eretto dai galiziani. Il Celta Vigo può così festeggiare l'accesso alla prima semifinale d'Europa League della sua storia.