Italia

1/5 Un esercito di 3,2 milioni di lavoratori, record di donne nella scuola…

    la pa che cambia

    Cinquantenne, diplomato e uno stipendio da 34mila euro: ecco l’identikit del dipendente pubblico

    Ha cinquant’anni e guadagna in media 34mila euro all’anno. Diplomato con un’anzianità di servizio di quasi vent’anni, lavora in prevalenza nella scuola, nella Sanità, nelle Regioni e negli enti locali. È questo l’identikit del dipendente pubblico che con il nuovo testo unico arrivato al traguardo si prepara ad affrontare il cambiamento della Pa. A tracciarne i “connotati” sono gli ultimi dati della Ragioneria generale dello Stato nel suo conto annuale 2016 su una galassia che conta oltre 3 milioni di occupati, dove le quote rosa superano la popolazione maschile e un lavoratore su 10 è flessibile

    1/5 Un esercito di 3,2 milioni di lavoratori, record di donne nella scuola e nella Sanità

    Sono 3,2 milioni gli occupati nel pubblico impiego e concentrati per oltre due terzi in tre comparti: scuola (30,8%), Sanità (21,3%) e autonomie locali (14,7%) . Se si considera il comparto Difesa si arriva all'80% dell'intera Pa. Ministeri e Università hanno un peso residuale se si pensa che rispettivamente rappresentano il 4,9% e il 3,2% della torta complessiva. Tra il 2007 e il 2015 (ultima rilevazione della Rgs) la riduzione del personale è stata del 5%. Complessivamente le donne nel pubblico impiego sono 1,8 milioni contro gli 1,4 milioni degli uomini. Nella scuola sono quasi quattro volte tanto e nella Sanità il doppio dei colleghi maschi

    LA MAPPA DEI DIPENDENTI PUBBLICI
    Occupati con contratto a tempo indeterminato. (Fonte: elaborazione su dati Rgs - Conto annuale 2016)

    © Riproduzione riservata