Italia

Voucher, ok a libretto famiglia e contratto occasionale

finocchiaro: buoni lavoro cancellati

Voucher, ok a libretto famiglia e contratto occasionale

Arrivano due nuovi strumenti per sostituire i "vecchi" voucher: uno per le famiglie, il "libretto famiglia", e un altro per le aziende, il nuovo "contratto di prestazione occasionale". La commissione Bilancio della Camera ha dato il via libera alla riformulazione dell'emendamento Di Salvo proposta dal relatore, che introduce per le microimprese sotto i 5 dipendenti un vero e proprio contratto di lavoro.V engono confermati i tetti annuali ai compensi: 5mila euro e non più di 2.500 euro dallo stesso datore di lavoro.

No orlandiani, Mdp, M5S, Si
I tre deputati Dem vicini ad Andrea Orlando in commissione Bilancio, Antonio Misiani, Susanna Cenni e Carlo Dell'Arringa non hanno partecipato al voto. Voto contrario dei bersaniani di Mdp, come annunciato da Arturo Scotto, e anche di Sinistra italiana e Movimento 5 Stelle. A favore il resto del Pd in commissione, Ap, Ala-Sc, Forza Italia, e anche la Lega. La proposta è passata con 19 sì e 6 no.

Mdp: «Voucher mina su legislatura»
Il voto sui 'nuovi voucher' «lede in modo decisivo il rapporto tra noi e il resto della maggioranza» ha detto Scotto di Mdp, spiegando che ora «abbandoniamo i lavori della commissione, non voteremo il mandato al relatore e ci batteremo in Aula per cambiare il testo». «Il pd ha consumato l'ennesimo strappo, non voteremo la fiducia» ha aggiunto il capogruppo di Articolo 1- Mdp alla Camera Francesco Laforgia. Ma il capogruppo Pd Ettore Rosato assicura che la maggioranza non è a rischio: «Prendiamo atto della situazione», «mi auguro che al Senato Mdp mostri responsabilità».

Le novità per le imprese
Rispetto ai vecchi voucher si alza il compenso per chi svolge attività presso le imprese, da 7,50 euro netti a 9 euro l'ora. Sale anche la quota contributiva a carico del datore (al 33%). Oltre alle aziende con più di 5 dipendenti, dall'accesso al nuovo contratto sono escluse quelle del settore dell'edilizia e prestazioni inferiori alle 4 ore. Le imprese agricole potranno usarlo solo per pensionati, studenti e disoccupati. Non si potrà inoltre fare più incetta andando dal tabaccaio. La gestione delle operazioni sarebbe infatti affidata a un portale ad hoc dell'Inps.

Le novità per le famiglie
Quanto al libretto famiglia, ogni titolo di pagamento vale dieci euro, cui si sommano altri due euro per i contributi e l'assicurazione. Unica novità un contributo erogato mediante il libretto famiglia per l'acquisto di servizi di babysitting, ovvero per far fronte agli oneri della rete pubblica di servizi per l'infanzia o dei servizi privati accreditati.

Rosato (Pd): nuovi strumenti colmano vuoto stop voucher
«Sto leggendo, in queste ore, diverse ricostruzioni sulla norma che abbiamo proposto di inserire nella manovra finanziaria. "Volete reintrodurre i voucher!" ci stanno accusando. La verità ovviamente è un'altra». Lo scrive su Facebook il capogruppo Rosato, dopo la presentazione in commissione Bilancio della riformulazione del relatore a emendamenti alla manovra, spiegando che invece «sul lavoro occasionale serve colmare un vuoto normativo dopo la giusta abolizione dei voucher». «Lo ha detto chiaramente anche la Corte Costituzionale qualche mese fa - continua Rosato - affermando che la prestazione di lavoro occasionale 'deve trovare obbligatoriamente una disciplina normativa'. E questo ci siamo impegnati, già allora, a fare. Ed eccolo, definito in tutti i dettagli con il governo» «uno strumento nuovo, diverso, alternativo», conclude.

Il post di Rosato rilanciato anche su Twitter

La ministra Finocchiaro: voucher cancellati, non torneranno
«I voucher sono stati cancellati con un decreto-legge di questo Governo e non torneranno» ha dichiarato stamattina la ministra per i rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, nel tentativo di placare le tensioni non solo nella maggioranza, ma anche con la Cgil, che ieri minacciava il ricorso alla Consulta in caso di reintroduzione dei buoni lavoro. «Chi sostiene il contrario - ha aggiunto Finocchiaro - non dice la verità. Con la conseguenza aggravante a suo carico di voler lasciare nell'illegalità quelle tante piccole prestazioni di lavoro occasionale di modesta entità economica, che oggi non trovano alcuna tutela nel nostro ordinamento».«Governo e Pd - aggiunge - vogliono regolare i lavori occasionali tutelando i soggetti coinvolti».

Finocchiaro: riconosciuti diritti a lavoratori occasionali
Nello spiegare i dettagli dell'emendamento riformulato, la ministra per i rapporti con il Parlamento spiega che le famiglie «potranno utilizzare il 'Libretto Famiglia', un libretto nominativo prefinanziato, acquistabile attraverso il portale Inps o presso gli uffici postali, per il pagamento di prestazioni occasionali nell'ambito di piccoli lavori domestici». Mentre le imprese «potranno accedere al contratto di prestazione occasionale, un istituto contrattuale radicalmente diverso dal voucher, attivato e gestito esclusivamente in via telematica, senza passaggio di contanti e con modalità semplificate di regolarizzazione della posizione contributiva e assicurativa del lavoratore». Restano escluse «le imprese dell'edilizia e di settori affini - aggiunge la ministra - e quelle che eseguono appalti di opere o servizi. Per quanto riguarda le imprese agricole, invece, esse possono utilizzare i contratti di lavoro occasionale solo per pensionati, studenti e disoccupati». Ma «oltre ai limiti - sottolinea Finocchiaro - ad avere ancora più importanza sono i diritti che vengono riconosciuti ai lavoratori occasionali, equiparabili in tutto e per tutto a quelli degli altri lavoratori».

Camusso: «Sui voucher ricorreremo alla Corte Costituzionale»
Sui voucher «non c'è dubbio che faremo ricorso alla Corte Costituzionale»: lo ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, parlando a Terni a margine dell'iniziativa “Diritti in piazza”. «Partiremo anche - ha aggiunto - con una campagna sui temi della democrazia e organizzeremo una grande manifestazione nazionale».

© Riproduzione riservata