Italia

Dossier M5S fuori dal ballottaggio nelle grandi città. Il Pd tiene,…

    Dossier | N. 82 articoliElezioni amministrative 2017

    M5S fuori dal ballottaggio nelle grandi città. Il Pd tiene, sorpresa centrodestra

    Leoluca Orlando (centrosinistra), in testa a Palermo, viaggerebbe verso la riconferma avendo superato, secondo le prime proiezione, il 40% (necessario a Palermo per vincere al primo turno). Debacle M5S, fuori dal ballottaggio nei 4 capoluoghi di Regione al voto (Genova, L’Aquila, Palermo e Catanzaro). Sfida Pd-centrodestra a Genova, Verona, L’Aquila e a Catanzaro. Proprio a Genova, a sorpresa, è avanti il centrodestra. In attesa dei risultati definitivi sono questi i dati delle prime proiezioni delle amministrative 2017.

    Orlando verso la riconferma a Palermo, centrodestra avanti a Genova
    In base alla seconda proiezione di Ipr-Piepoli per la Rai a Palermo il candidato Leoluca Orlando (centrosinistra) è al 42%, Fabrizio Ferrandelli (liste civiche - centrodestra) al 33%, Ugo Forello (M5S)al 18%, Ismaele La Vardera al 3%. In base alla seconda proiezione di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per la Rai, invece, a Genova il candidato sindaco Gianni Crivello (centrosinistra) è al 31%, Marco Bucci (centrodestra) al 37%, Luca Pirondini (M5S) al 19%. Paolo Putti (civica) 7%.

    Fenomeno Pizzarotti a Parma
    A Parma il candidato sindaco Federico Pizzarotti (ex M5s ora in corsa con una lista civica), in base alla prima proiezione Ipr-Piepoli per la Rai, è al 37%, Paolo Scarpa (centrosinistra) al 29%, Laura Cavandoli (centrodestra) al 18% e Daniele Ghirarduzzi (M5S) al 3%. Molti grillini quindi a Parma hanno votato per l’ex M5S Pizzarotti. A l’Aquila poi, in base alla seconda proiezione Ipr-Piepoli per la Rai, il candidato sindaco Americo Di Benedetto (centrosinistra) è al 45%, Pierluigi Biondi (centrodestra) al 37%, Carla Cimaroni (sinistra) al 7%, Fabrizio Righetti (M5s) al 5%.

    A Verona ballottaggio tra Fi-Lega e Pd, la compagna di Tosi rischia
    In base alla seconda proiezione di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per la Rai, a Verona il candidato Federico Sboarina (centrodestra) è al 32%, la candidata sindaca Orietta Salemi (centrosinistra) è al 27%, Patrizia Bisinella (la compagna del sindaco uscente Flavio Tosi, con la sua lista civica) è al 20%, Alessandro Gennari (M5S) 9%.

    Pd al ballottaggio in tutte le grandi città
    Il centrosinistra verso il ballottaggio in tutte le grandi città, anche a Catanzaro, dove in base alla seconda proiezione di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per la Rai, il candidato sindaco Sergio Abramo (centrodestra) è al 39%, Vincenzo Ciconte (centrosinistra) al 29%, Nicola Fiorita (Civica) al 27%. In base alla seconda proiezione di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per la Rai, poi, a Taranto la candidata sindaca Stefania Baldassarri (centrodestra) è al 23%, Rinaldo Melucci (centrosinistra) al 16%%, Mario Cito (lista civica) 13%, Francesco Nevoli (M5S) al 12%.

    Centrodestra avanti in molte città, da Genova a Taranto
    Pur restando fuori dal secondo turno a Parma e perdendo il confronto con Orlando a Palermo, il centrodestra è avanti al ballottaggio in molte città: Genova, Verona, Catanzaro, Taranto, ma anche Padova e Lecce.

    A Padova Bitonci (centrodestra) in testa
    Secondo la prima proiezione Rai, a Padova è in testa Massimo Bitonci (centrodestra) con il 37%, seguono entrambi al 27% sul filo di lana Sergio Giordani (centrosinistra) e Arturo Lorenzoni (candidato di sinistra con la sua Coalizione civica). A Monza, per la seconda proiezione Rai, è avanti il candidato del centrosinistra Roberto Scanagatti (40%) tallonato però da Dario Allevi (centrodestra, con il 39,5%) . In base alla prima proiezione Irp-Piepoli per la Rai a Lecce il candidato Mauro Giliberti (centrodestra) è al 45%, Carlo Maria Salvemini (centrosinistra) è al 28%, Alessandro Delli Noci (centro) al 17%.

    A Lampedusa resta indietro Giusi Nicolini
    I primi dati che arrivano da Lampedusa danno Giusi Nicolini, sindaco uscente e componente della segreteria nazionale del Pd, al momento terza. In testa ci sarebbe Totò Martello (lista civica), seguito da Filippo Mannino(altra lista civica); Angela Maraventano (Noi con Salvini) quarta.

    © Riproduzione riservata