Italia

Dossier Sei voti di scarto e ad Asti il candidato M5S va al ballottaggio

    Dossier | N. 82 articoliElezioni amministrative 2017

    Sei voti di scarto e ad Asti il candidato M5S va al ballottaggio

    (Ansa)
    (Ansa)

    A tre giorni dalle elezioni comunali è finalmente definitivo il bilancio del primo turno delle amministrative: solo oggi pomeriggio si è concluso il riconteggio delle schede per Asti che porta al ballottaggio con Maurizio Rasero del centrodestra il candidato del M5S, Massimo Cerruti. Battuta, per appena sei voti, Angela Motta (Pd), candidata del centrosinistra che in un primo momento sembrava aver prevalso. Un risultato importante per il Movimento di Beppe Grillo che domenica sera risultava escluso dai ballottaggi in tutti i capoluoghi.

    Le verifiche della commissione elettorale centrale che si sono svolte a porte chiuse (ma alla presenza di Motta e Cerruti) nel tribunale ad Asti erano riprese stamattina. Il testa a testa nello spoglio di domenica era terminato con un esito favorevole al centrosinistra per appena 13 voti. Poi ieri mattina il riconteggio sembrava aver ribaltato il verdetto, assegnando un vantaggio di 50 preferenze al candidato M5s. Nel pomeriggio di ieri, però, la questione è tornata in sospeso con i due candidati in perfetta parità. Poi l’epilogo: appena sei voti di scarto e il M5S può festeggiare il suo unico passaggio al ballottaggio nel Comuni capoluogo. Certo, la sfida appare difficile perché il candidato del centrodestra Rasero è andato vicino all’elezione al primo colpo con 47,67% di preferenze, mentre il secondo classificato (a questo punto il candidato M5S) riparte dal 15%.


    «Finalmente abbiamo la certificazione del nostro buon risultato» è il commento Cerruti che si è detto «affaticato» ma anche «soddisfatto». Le sezioni ricontrollate, ha spiegato Cerruti, sono state tre. «Ho seguito il lavoro della commissione elettorale, che è stato corretto e preciso. La presidente ha deciso di ricontrollare integralmente il voto nelle tre sezioni, per cui sono state
    esaminate una a una le schede». Accordi in vista del ballottaggio? «Li faremo con i cittadini, magari anche con chi non ci ha votato al primo turno o che non sono andati a votare. E faremo accordi anche con altre forze politiche».

    © Riproduzione riservata