Italia

La Nave di Teseo compra Baldini & Castoldi

editoria

La Nave di Teseo compra Baldini & Castoldi

Elisabetta Sgarbi
Elisabetta Sgarbi

Amplia il suo raggio d'azione e arricchisce la sua offerta La Nave di Teseo. La casa editrice, che deve il suo nome a Umberto Eco, di cui è direttore generale ed editoriale Elisabetta Sgarbi, ha infatti acquisito il 95% della Baldini & Castoldi, ricapitalizzandola, senza ricorrere a prestiti bancari ma attraverso risorse proprie. Il 5% della Baldini & Castoldi rimane a Filippo Vannuccini.
Con l'ingresso come maggiore azionista nella Baldini & Castoldi viene compiuto così un ulteriore passo, si legge in una nota, «nell'arricchimento di una offerta, ai lettori e ai librai, plurale, indipendente e libera». Questo «nella convinzione che un marchio storico della editoria italiana quale è Baldini & Castoldi, recentemente arricchito dalla presenza di una persona di valore e esperienza come Alberto Rollo, possa giocare un ruolo di primo piano nel mondo dei libri». L’acquisizione della Baldini & Castoldi, di cui la Sgarbi è diventata presidente, arriva dopo l'ingresso ne La Nave di Teseo di Graphic Novel Oblomov, diretta da Igort.

Una storia breve ma intensa
La Nave di Teseo è nata il 23 novembre 2015, segnando l'addio della Sgarbi alla Bompiani. La casa editrice ed è stata fortemente voluta da Umberto Eco che le ha affidato il suo ultimo libro 'Pape Satan Aleppe', uscito poco dopo la morte

dell'autore de 'Il nome della rosa', il 19 febbraio 2016. Nella sua breve storia, La Nave di Teseo, che ha iniziato le pubblicazioni nel 2016, ha dimostrato una grande energia, riservato molte sorprese come la partecipazione al Premio Strega 2016 con il romanzo di Elena Stancanelli 'La femmina nuda', e visto entrare nella classifica dei libri più venduti titoli come 'Poteri forti (o quasi)' di Ferruccio de Bortoli.
«L'energia della Nave di Teseo è e vuole essere contagiosa. Sono particolarmente lieta che La Nave di Teseo - e i suoi illuminati e colti azionisti - abbia raccolto la sfida di restituire un attore così importante - per storia, catalogo, autori, per Linus - come è la Baldini&Castoldi, alla pienezza della vita editoriale italiana» ha dicharato Elisabetta Sgarbi. «Nello spirito che ha guidato sin qui La nave di Teseo, centrali - aggiunge - saranno i libri e gli autori, che troveranno nella nuova Baldini&Castoldi attenzione, cura e gioia per questo difficile e straordinario mestiere di editore».

© Riproduzione riservata