Italia

Resa dei conti in Consip: lasciano due consiglieri, decade anche Marroni

dopo l’inchiesta

Resa dei conti in Consip: lasciano due consiglieri, decade anche Marroni

(Ansa)
(Ansa)

Dopo il pressing del Pd arriva la decisione del presidente di Consip Luigi Ferrara, di dimettersi. Con lui anche l’altro membro del cda della società controllata dal Tesoro, Marialaura Ferrigno. Con l’addio di due membri su tre decade l’intero consiglio di amministrazione.
Arriva dunque attraverso le dimissioni dei rappresentanti del Tesoro la “soluzione” al caso Consip, al centro di un fitto lavorio nelle ultime ore mentre per martedì era stata messa in calendario al Senato la discussione sulle mozioni, compresa quella del Pd che avrebbe chiesto l’azzeramento dei vertici.

L’ad Luigi Marroni, a questo punto, resta in carica con il solo compito di convocare, entro otto giorni, l’assemblea dei soci che dovrà nominare il nuovo consiglio di amministrazione della società degli scquisti pubblici.

Le dimissioni di Ferrara, sentito ieri come testimone dalla Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta Consip, e di Ferrigno evitano quindi lo scontro parlamentare. Ma non cancellano ovviamente lo scontro politico cresciuto intorno alla società dopo l’emergere dell’inchiesta sulle pressioni intorno al maxi-appalto da 2,7 miliardi per il Facility management, vale a dire la gestione e la manutenzione, degli immobili pubblici. In questa inchiesta Marroni è stato sentito più volte come testimone, diventando il “grande accusatore” del ministro dello Sport Luca Lotti sulla rivelazione del segreto d’ufficio. Lotti, indagato insieme al generale dei Carabinieri Emanuele Saltalamacchia, ha sempre respinto ogni addebito. Ad aggravare l’intreccio è intervenuto poi il caso-Scafarto, il vicecomandante del Noe che ha seguito l’inchiesta della Procura di Napoli ed è ora indagato per depistaggio con l’accusa di falsi nell’informativa sui presunti incontri tra l’imprenditore napoletano Alfredo Romeo e Tiziano Renzi, padre del segretario del Pd.

© Riproduzione riservata