Italia

Migranti, nel Messinese proteste per minori inviati in ex albergo

l’emergenza

Migranti, nel Messinese proteste per minori inviati in ex albergo

Un gruppo composto da una trentina di minori migranti è stato inviato dal prefetto di Messina in un ex hotel a Castell’Umberto, scatenando le proteste di parte degli abitanti che hanno bloccato le vie d'accesso. Il sindaco Vincenzo Lionetto Civa ha bloccato l'allaccio dell'energia con un gruppo elettrogeno e quindi nella struttura di destinazione manca l’energia elettrica. Sulle nostre coste intanto è ondata di sbarchi. In mattinata ha fatto il suo ingresso nel porto di Corigliano Calabro la nave militare tedesca Rhein con a bordo 923 migranti, tutti subsahariani. Più bambini del previsto, e molto piccoli, a bordo dell’imbarcazione britannica arrivata a Bari con 644 persone provenienti prevalentemente da Ghana, Nigeria e Sudan. Il Comune di Bari, che ha allestito nell'androne di Palazzo di Città un punto di raccolta di abiti, scarpe e cibi in scatola, lancia un nuovo appello per indumenti anche da neonato.

Sindaco Castell'Umberto, «rispettare la legge»
«Nel nostro territorio abbiamo una serie di difficoltà e non si può chiedere solidarietà a una comunità che di solidarietà ha bisogno», dice il sindaco di
Castell'Umberto a proposito dell'invio dei migranti in un albergo della zona che peraltro è inagibile. «L'albergo è in ottime condizioni e si trova nel territorio di Sinagra non di Castell'Umberto anche se i due comuni sono vicini» è la risposta della prefettura di Messina in merito alla protesta (il sindaco di Castell'Umberto non sarebbe dunque competente). Sempre dalla prefettura fanno sapere che i controlli effettuati sulla struttura e sulla cooperativa che la gestisce hanno dato esito positivo e considerati i numerosi migranti arrivati nelle ultime ore e che ancora non è stato espletato il bando previsto per 24 luglio con il quale si cercano nuove strutture per l'accoglienza è stato deciso di portarli lì. A breve 25 migranti su 50 (sarebbero tutti adulti) saranno trasferiti. Nonostante la protesta, nella struttura sono entrati tutti i migranti e tutti gli operatori sociali.

© Riproduzione riservata