Italia

Pensioni: oltre 66mila domande per Ape e precoci

i dati inps

Pensioni: oltre 66mila domande per Ape e precoci

Sono state presentate 66.409 domande per accedere all'Ape social e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci. Lo ha reso noto l’Inps, comunicando i dati definitivi delle istanze inoltrate entro la scadenza di sabato
15 luglio. L’operazione Ape sociale e pensione “scontata” per i lavoratori precoci aveva preso il via sabato 17 giugno, dopo la pubblicazione online da parte dell’Inps della procedura sul suo sito internet.

Il tweet del premier Gentiloni: è un aiuto concreto
«#Ape Sono 66mila le domande per l’anticipo agevolato della pensione. Un aiuto concreto per chi ha avuto un lavoro più lungo e difficile», ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

APE SOCIALE E PRECOCI

Superato il tetto annuo di 60mila unità
L’Istituto ha spiegato che sono arrivate 39.777 richieste per l’indennità di Ape social e 26.632 per i lavoratori precoci. È stato così superato il tetto previsto per quest'anno, pari a 60.000 unità.

Le richieste soprattutto da uomini
Le domande per Ape social e pensionamento anticipato per lavoratori precoci, ha precisato l’Inps, sono arrivate soprattutto da uomini: meno di una su quattro è stata presentata da una donna, precisamente il 23,2% (15.400 su 66.409). «Per quanto riguarda la distribuzione per genere, le donne - ha spiegato l’Inps - che hanno presentato la domanda per la certificazione per l'Ape sociale sono state 11.668, contro le 28.109 degli uomini. Le domande per la certificazione per lavoro precoce, invece, sono state presentate da 22.900 uomini e da 3.732 donne».

Chiesta una semplificazione
La corsa per ottenere l’Ape sociale o l'accesso al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci aveva fatto registrare code davanti ai patronati . Sulla quantità di documentazione richiesta era stata invocata nei giorni scorsi una semplificazione. (N.Co.)

© Riproduzione riservata