Italia

Gerusalemme, l’appello del Papa alla «moderazione» e al…

ALL’ANGELUS

Gerusalemme, l’appello del Papa alla «moderazione» e al «dialogo»

(Ansa)
(Ansa)

«Seguo con trepidazione - ha detto il Papa dopo l'Angelus - le gravi tensioni e le violenze di questi giorni a Gerusalemme. Sento il bisogno di esprimere un accorato appello alla moderazione e al dialogo. Vi invito ad unirvi a me nella preghiera, affinché il Signore ispiri a tutti propositi di riconciliazione e di pace».

Visto che il bene e il male sono “intrecciati”, ha ricordato il Papa, “è impossibile
separarli e estirpare solo il male”. “Solo Dio - ha aggiunto - può fare questo, e lo farà nel giudizio finale. Con le sue ambiguità e il suo carattere composito, la situazione presente è il campo della libertà, il campo della libertà dei cristiani, in
cui si compie il difficile esercizio del discernimento tra il bene e il male, e in questo campo si tratta dunque di coniugare” “la decisione e la pazienza”.

Papa Bergoglio ha alluso alla pazienza di Dio anche in un precedente passaggio a braccio: “quanta pazienza - ha detto - ha Dio, anche ognuno di noi può
dire questo, 'quanta pazienza ha Dio con me'”.

© Riproduzione riservata