Italia

Paolo Nespoli in partenza per la Iss, per la terza volta nello spazio

il lancio di @Astro_paolo alle 17,41

Paolo Nespoli in partenza per la Iss, per la terza volta nello spazio

Paolo Nespoli durante un’esercitazione
Paolo Nespoli durante un’esercitazione

«Venerdì avremo i posti in prima fila!». Con questo tweet l’astronauta italiano Paolo Nespoli ha commentato il suo imminente lancio, previsto per domani alle 17,41 ora italiana. L’astronauta dell’Agenzia spaziale europea - che si definisce un ingegnere che non ha mai smesso di sognare - partirà dalla base russa di Baikonur, in Kazakhstan, per il suo terzo viaggio nello spazio. La navetta Soyuz lo porterà sulla Iss, la Stazione spaziale internazionale insieme ai suoi due compagni di viaggio: il russo Sergey Ryazansky e l’americano Randy Bresnik.

Sei ore di viaggio per arrivare sulla Iss
Sei ore di viaggio per arrivare sulla Iss. E per conquistare un primato, quello di permanenza nello spazio fra gli astronauti dell’Esa. L’Italia ha così il record di astronauti a bordo della stazione galattica: ne sono passati 5, più di ogni altro Paese d’Europa. @astro_paolo - un veterano di 60 anni compiuti il 6 aprile che per entusiasmo e passione sembra un ragazzino - sarà anche l’astronauta europeo più anziano ad andare nello spazio. La navetta russa lo porterà di nuovo in orbita a dieci anni dalla sua prima missione, Esperia, e a sette anni da MagISStra, la sua prima missione di lunga durata. Paolo Nespoli condividerà la sua esperienza in orbita tramite i social con il suo account twitter @astro_paolo e con la App #Spac3, creata proprio per favorire l’interazione con i suoi followers. Nespoli è stato apripista nell’uso dei social dallo spazio, primo astronauta europeo a fare un tweet dalla Iss. Questa volta andrà oltre e con la app #Spac3 creerà un’opera d’arte collettiva e dinamica a colpi di foto, scattate dallo spazio e dalla Terra e unite in un photoshop inedito, ispirato al simbolo della missione: l’opera Terzo Paradiso dell'artista Michelangelo Pistoletto.

Seguirà 200 esperimenti
Nel corso della missione Vita (Vitalità, Innovazione, Tecnologia e Abilità), dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), che durerà fino a dicembre, @astro_paolo seguirà oltre 200 esperimenti di cui ben 11 selezionati da Asi. Esperimenti biomedici e tecnologici che aiuteranno a preparare il futuro dell'esplorazione spaziale umana. «Sono esperimenti utili per affrontare la vita di tutti i giorni sulla Terra, ma soprattutto hanno l'obiettivo di favorire le conoscenze necessarie per continuare l'esplorazione spaziale, ha spiegato l'astronauta dalla base russa dove è in quarantena in attesa del lancio. In un tweet ha raccontato che i manuali Soyuz sono su tablet, ma ha mostrato che ci sono anche le copie cartacee.

In orbita anche il primo fumetto
Con  Nespoli andrà in orbita anche un fumetto. La Panini pubblica, in collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana e l’Agenzia spaziale europea il volume a fumetti “C’è Spazio per Tutti”, una graphic novel inedita che vede come protagonista Rat-Man, amatissimo personaggio creato dalla fantasia del celebre fumettista Leo Ortolani. E sarà il primo fumetto ad andare in orbita.

Sarà Vittori a commentare le fasi della partenza
Nella sede romana dell’Agenzia spaziale italiana, Asi ed Esa organizzano un evento dedicato al lancio al quale parteciperanno la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, il presidente dell’Asi Roberto Battiston e il direttore Volo umano ed esplorazione robotica dell’Esa David Parker. L’astronauta Roberto Vittori commenterà le fasi del lancio, mentre gli esperimenti che Paolo Nespoli condurrà sulla Iss saranno illustrati da Gabriele Mascetti, responsabile dell'Unità Volo mmano e microgravità dell’Asi.

Porterà il transformers del figlio Max
Porterà in missione anche un paio di orologi, fotografie e due anelli. Come indicatore di gravità ha scelto il gioco preferito del figlio Max, un Transformers arancione e azzurro. Nel 2010 a segnalare l’assenza di peso sulla Soyuz era stato il Cappuccetto Rosso della figlia Sofia.

Il simbolo della missione
La missione Vita si intreccia anche con l’opera del maestro Pistoletto. Il simbolo della missione è infatti ispirato all’opera Terzo Paradiso, dell’artista italiano Michelangelo Pistoletto. Tre anelli per rielaborare il simbolo dell’infinito nei quali sono incastonati la molecola del Dna simbolo della vita e della ricerca scientifica, un libro simbolo di cultura e istruzione e, al centro, un'immagine stilizzata della Terra simbolo dell'umanità. Insieme sintetizzano l'obiettivo della missione Vita: favorire le conoscenze capaci di migliorare la vita sul nostro pianeta e, nello stesso tempo, preparare la strada a future esplorazioni umane del Sistema Solare. Il disegno simbolo è stato “catturato” alle 18.56 del 6 aprile scorso, nel giorno del 60esimo compleanno dell'astronauta Paolo Nespoli, da un satellite radar per l’osservazione della Terra.

© Riproduzione riservata