Lifestyle

F1, test Budapest: torna Kubica ma Vettel è il più veloce

Sport

F1, test Budapest: torna Kubica ma Vettel è il più veloce

  • –a cura di Datasport

All'Hungaroring di Budapest è andato in scena il day-2 dei test, con la Ferrari ancora più veloce di tutti, questa volta grazie a Vettel. Tutta l'attenzione è stata però catalizzata da Robert Kubica: il polacco è tornato alla guida di una monoposto dopo 6 anni dal terribile incidente rallistico che poteva seriamente comprometterne la carriera. Il pilota non ha sfigurato e ora un suo ritorno in F1 come titolare risulta più che possibile.   Nella giornata di martedì era stato Leclerc, all'esordio in F1, a sorprendere tutti e a chiudere col miglior tempo realizzato proprio al suo ultimo giro. Nelle prove odierne è stata ancora la Ferrari ad aggiudicarsi il primato, questa volta con Vettel, che ha girato in 1:17.124, mentre Raikkonen ha chiuso col terzo miglior tempo di 1:17.842. Se il risultato delle Rosse è da considerare estremamente positivo, non bisogna sottovalutare quello messo a segno da Lando Norris, debuttante in F1, che alla guida di una monoposto McLaren ha chiuso a un solo decimo dal tempo realizzato da Alonso nel weekend sulla stessa pista. Una prestazione che gli è valsa il secondo piazzamentoi di gironata con 1:17.385.   Grande prova di Robert Kubica, osservato speciale di giornata, che a bordo della sua Renault ha guidato l'equivalente di due Gran Premi in un solo giorno. Il polacco ha provato tutte le mescole Pirelli e può rendersi soddisfatto del suo grande ritorno. Il suo futuro ora sembra poter tornare a legarsi a quello della Formula 1 a 7 anni dalla sua ultima apparizione e a 6 dal terribile incidente, avvenuto in un rally, che sembrava averne stroncato la carriera. Oltre a Kubica, che ha compiuto 147 passaggi, gli altri piloti a superare quota 100 giri sono stati Ghiotto, Matsushita, Ferrucci e Gasly.   Alla fine della sua sessione di prove, Sebastian Vettel ha anche trovato il tempo per scambiare qualche parola coi giornalisti riguardo al mondiale e al lavoro svolto con la Ferrari: “Era l’ultimo test della stagione prima della ferie, un’occasione da non perdere visto che  avevamo delle cose da provare. E' andato tutto bene, la Ferrari è competitiva: se hai una macchina fortissima fai forte ovunque e noi stiamo lavorando proprio per migliorare e avere ottime performance su ogni tipo di circuito. La squadra sta facendo un ottimo lavoro, siamo in forma e anche su di morale grazie ai risultati: sono certo che saremo lì a giocarcela fino alla fine. La stagione è lunga, mancano molte corse, ma abbiamo tutti gli ingredienti per combattere. Negli ultimi anni non abbiamo avuto la monoposto migliore e non siamo stati capaci di fare lo sviluppo che avremmo voluto, ma quest’anno la storia è diversa: portiamo in pista molti sviluppi, che altre squadre hanno anche copiato, ed è la conferma che il nostro lavoro va bene”.