Lifestyle

MotoGP, Rossi: "L'obiettivo a Brno è il podio"

Sport

MotoGP, Rossi: "L'obiettivo a Brno è il podio"

  • –a cura di Datasport

Valentino Rossi fissa l'obiettivo nella conferenza stampa di presentazione del Gran Premio di Brno, decima prova del Motomondiale: "Vogliamo salire sul podio". Il pilota della Yamaha non è spaventato dalla concorrenza: "Ci sono cinque piloti in lotta per il titolo, ogni weekend sarà una sorpresa". Gli fa eco il compagno di squadra, Maverick Vinales, secondo in classifica: "Saranno nove gare difficili, ma sono in forma e concentrato".   Il mese di vacanza sembra non aver minimamente intaccato la voglia di MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota della Yamaha, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Gran Premio di Brno, decima prova del Motomondiale, si è dimostrato ottimista nonostante i 10 punti di ritardo da Marquez, leader della classifica del più equilibrato campionato degli ultimi anni. "Sono molto contento di essere al quarto posto, è un Mondiale interessante. Ogni settimana i risultati cambiano, ci sono cinque piloti ancora in lotta per il titolo, con differenze minime di punteggio. Ora diamo il via a questa seconda metà di stagione, ogni weekend sarà una sorpresa. Lo scorso anno a Brno ero piuttosto forte, anche durante le prove libere, poi la situazione è cambiata con la gara bagnata, maono stato fortunato, ho fatto la scelta giusta con le gomme dure e ho portato a casa buoni punti. L'obiettivo sarà ancora salire sul podio. Bisogna essere forti, quando ti senti bene con la moto e con le gomme devi cercare di non avere troppi problemi, soprattutto se non sei molto veloce. Bisogna valutare di giorno in giorno, tutto cambia".   Nonostante qualche difficoltà lo scorso anno, l'ottimismo non scarseggia neanche in casa Honda. Marc Marquez, leader del Mondiale, cerca di guardare con positività al weekend, su una pista, quella di Brno, spesso ostica per lo spagnolo. "Dopo i test, è tempo di ritrovare i ritmi di gara. Questa seconda parte della stagione sarà difficile, bisognerà stare davanti ed essere competitivi, ma non sarà semplice, cercheremo di stare lì e lottare fino a Valencia. E' una pista, questa di Brno, in cui fatichiamo un po', come abbiamo notato nei test, ma arriviamo con un buon settaggio. Cercheremo di essere competitivi. Guardo a questo weekend, ai test e alla fine della stagione". Il primo inseguitore di Marquez è il connazionale Maverick Vinales, che si aspettava di presentarsi al giro di boa da leader. Il pilota della Yamaha, però, non mostra segni di cedimento: "Ripartiamo in questa seconda parte di stagione ad un buon livello, mi sento bene fisicamente e mentalmente. Abbiamo avuto un mese per riflettere, è stato utile anche alla Yamaha. Arriviamo qui con una buona moto, sarà una seconda parte di stagione importante, ma sono concentrato. Ho buone sensazioni, quando ti senti bene e vai al 100% tutto va bene. Ci sono piloti molto vicini, non solo i primi quattro".   Chi è stato in testa alla classifica dopo due vittorie di fila è stato Andrea Dovizioso, comunque soddisfatto di questa metà di stagione appena trascorsa. "E' stata un'ottima prima parte di campionato, ora ne inizia un altro. Siamo molto vicini, ci sono nove gare, ma sono rilassato. Sento di essere pronto alla lotta per il titolo, vedremo. Ci sono tante piste diverse da qui alla fine della stagione, tutto potrà accadere. Abbiamo una moto diversa, ma credo che la chiave sia la stessa per tutti: cercare di salire sul podio. Non è facile essere competitivi ovunque. L'obiettivo è lottare almeno per il terzo posto in ogni gara possibile. E' stata una pausa davvero lunga, avevo voglia di gareggiare, ma è stato bello stare a casa a divertirmi, allenarmi e stare insieme ad amici e famiglia". Anche il pilota della Ducati è consapevole delle difficoltà che emergeranno a Brno. "Abbiamo faticato un pochino l'anno scorso, ma non è così male la pista. E' difficile per tutti, è molto veloce e larga, con molte traiettorie e avvallamenti, l'aderenza non era delle migliori. Come ogni gara, sarà una storia diversa, sono rilassato."   Infine, un omaggio ad Angel Nieto, le cui condizioni sono si sono inaspettatamente aggravate nella notte. Lo spagnolo, secondo per titoli mondiali vinti, è ora in una situazione molto grave. Un omaggio arriva da Valentino Rossi e dal suo connazionale Marquez. "Ho un ottimo rapporto con Pablo Nieto, ero con lui quando è arrivata la notizia. E' una brutta situazione per il nostro mondo. Angel era speciale per il suo carisma e non solo per le vittorie e per i suoi 13 titoli mondiali. Speriamo per la miglior soluzione. La cosa incredibile è la quantità di energia che ha ancora a 70 anni. La settimana scorsa sua madre ha compiuto 100 anni ed è ancora in forma, è un grossissimo peccato. Ricordo che ad Ibiza siamo usciti insieme a cena, dopodiché siamo andati ad una festa. Alle cinque del mattino volevo andare a dormire, ma lui non aveva voglia. E' ancora al massimo delle condizioni. Questo è il miglior ricordo e il miglior modo per omaggiarlo". Gli fa eco Marquez: "Sicuramente è una notizia molto triste per il paddock, per lo sport e per la MotoGP. Lui è una vera leggenda per la Spagna. Siamo vicini alla famiglia e ai figli, e ci auguriamo il meglio per lui. Ho tanti ricordi con Nieto, è stato una delle prime leggende a venire da me, il nostro rapporto è molto buono. Ho passato parecchio tempo con lui a guardare partite di calcio, lui tifa Real, io Barcellona. Abbiamo trascorso molto tempo insieme".