Italia

Mastella, Lenny Kravitz e quella cena a Capri: «È…

La strana coppia

Mastella, Lenny Kravitz e quella cena a Capri: «È l’idolo dei miei figli. La politica può essere rock»

La foto è apparsa sul profilo Facebook dell’ex guardasigilli intorno alle 11. Sopra c’era una didascalia: «Con un amico americano. Riconoscete chi è?» In una manciata di minuti la «strana coppia» ha fatto scoppiare i social, tra commenti maliziosi, emoticon a bocca spalancata dei fan dell’uno ed endorsement emozionati degli elettori dell’altro. Da un lato c’è Lenny Kravitz, forse l’ultimo erede della grande tradizione rock americana ad aver varcato la soglia del mainstream, senza mai perdere di vista le radici ché sono sacre. Dall’altro Clemente Mastella, forse l’ultimo grande erede della tradizione democristiana, due volte ministro, una senatore, otto deputato, due parlamentare europeo, oggi sindaco di Benevento perché - appunto - le radici sono sacre. Fake news da ombrellone? Post verità balneari? Altro che: tutto vero. Ma, allora, cosa ci fanno insieme Kravitz e Mastella?

Due cene insieme a Capri
«La foto l’abbiamo scattata a Capri», risponde il ministro di Grazia e giustizia del secondo governo Prodi, divertito. «Siamo stati due volte insieme a cena da amici comuni. È una persona gentilissima, molto disponibile a scambiare due chiacchiere, non si dà arie da rockstar: uno autentico».

Kravitz è anche amico personale di Obama, da quest’ultimo ricevuto alla Casa Bianca in circostanze ufficiali. Che si sia discusso di politica a tavola? «Macché... parliamo di cene tra amici, circostanze piacevoli da condividere». Qualche appassionato di Kravitz, però, non l’ha presa bene: ed ecco che sul web fioccano le condivisioni della foto commentate con i titoli delle canzoni di Lenny che più stridono con la circostanza, da «Let love rule» a «Rock and roll is dead». Come l’ha presa don Clemente? «Sono ancora più contento di aver fatto quel selfie. Da sempre combatto i luoghi comuni su chi fa politica. Per dire: sono amico personale di Claudio Baglioni. Ero alla prima dello spettacolo che ha fatto con Gianni Morandi. E allora?».

Always on the run
Ma Mastella è fan di Kravitz? «Lo sono i miei figli. E, quando hanno visto lo scatto, non credevano ai loro occhi. “Papà, che hai combinato?”, mi hanno subito chiesto divertiti». Il rock è anche questo. E Lenny e “don Clemente”, sotto il sole di agosto, sono meno distanti di quello che sembra. Dopo tutto, dagli anni Ottanta a oggi, sono entrambi «always on the run».

© Riproduzione riservata