Italia

Palio di Siena: vince l'Onda, primo trionfo per il fantino…

sul cavallo Porto alabe

Palio di Siena: vince l'Onda, primo trionfo per il fantino "Brigante"

Palio di Siena: vince l'Onda con il fantino Carlo Sanna, detto "Brigante"  (Afp)
Palio di Siena: vince l'Onda con il fantino Carlo Sanna, detto "Brigante" (Afp)

La contrada dell'Onda ha vinto stasera il Palio di Siena dedicato alla Madonna dell'Assunta con il fantino Carlo Sanna detto "Brigante" sul cavallo Porto Alabe. Sia Sanna che Alabe sono alla loro prima vittoria in piazza del Campo. L'ultimo Palio vinto dall'Onda risale al 16 agosto 2013: con quella di oggi ha collezionato 41 vittorie.

Esclusa la Lupa
Sono state nove e non dieci le contrade che hanno corso questo Palio, dopo che nel pomeriggio il sindaco di Siena, Bruno Valentini, aveva escluso la Lupa a causa del «responso unanime» del collegio veterinario, che aveva «sancito l'impossibilità di correre per un'insorta zoppia all'arto posteriore destro» del
cavallo Quore de Sedini.

Un momento della corsa (Ansa)

L'Onda si aggiudica il "cencio"
Tra le curiosità di questo Palio è che l'Onda ha vinto il 'cencio', disegnato da Sinta Tantra, dedicato allo scultore senese Giovanni Dupré, di cui ricorre il bicentenario della nascita, che era della contrada dell'Onda. Riguardo al fantino primo al bandierino, Carlo Sanna, 28 anni, detto Brigante, è alla sua prima vittoria ma all'attivo aveva già 6 palii corsi. Mentre nove sono quelli invece già corsi prima di oggi dal cavallo, un castrone di 9 anni, Porto Alabe.
Decisivo per la vittoria il terzo giro quando Brigante e Porto Alabe sono riusciti, prima della curva di San Martino, a superare la Chiocciola, che era in testa dalla mossa.

Da Lav nuovo esposto contro il Palio
Durante la tradizionale conferenza stampa che precede la corsa, il sindaco Valentini ha rivelato di aver ricevuto nei giorni scorsi «l'ennesimo esposto della Lav perché non sospendo il Palio», aggiungendo però che «al Mipaaf si sta discutendo su leggi che regolamentino le corse di cavallo, sia nella gestione tecnica che in tema di antidoping, la materia è in evoluzione e vogliamo essere ascoltati». Valentini ha chiesto «un approccio flessibile» - spiegando che il palio «non è una partita di calcio, un concerto o una sagra di paese» - e «regole che sappiano leggere e interpretare una piazza e una storia: se siamo qui da 400 anni ce lo siamo meritati, vogliamo essere ascoltati». «Dateci tempo e modi per trovare misure adeguate alla nostra unicità», ha concluso il sindaco di Siena.

© Riproduzione riservata