Italia

Sicilia, Sinistra italiana e Mdp dicono no ad alleanza con Ap

dopo l'incontro con orlando

Sicilia, Sinistra italiana e Mdp dicono no ad alleanza con Ap

Si allontana l'accordo tra centrosinistra e centristi di Ap in vista delle elezioni regionali in Sicilia. In una nota diffusa oggi, subito dopo l'incontro con il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, Art.1-Mdp e Sinistra italiana dicono no all'alleanza con Alfano e aprono a un confronto sul rettore dell'università di Palermo, Fabrizio Micari, quale candidato a governatore.

La posizione di Si e Mdp
«Abbiamo ribadito a Leoluca Orlando - si legge nella nota - la nostra disponibilità a un progetto politico che abbia il centro nel civismo democratico con un programma di rottura netta con l'esperienza del governo Crocetta», «alla costruzione di un''anomalia' politica - continuano - che, partendo dall'esperienza palermitana, si assuma la responsabilità di offrire una visione e una prospettiva di governo che restituisca ai siciliani una speranza di cambiamento». «In questo contesto - conclude la nota - non riteniamo compatibile con questo progetto l'adesione di Alternativa popolare sia sul piano culturale, sia sul piano dei valori e dei programmi».

Orlando: «Incontro positivo»
Il sindaco di Palermo ha definito «positiva» la riunione di stamane con le delegazioni del centrosinistra siciliano, rappresentato dai parlamentari nazionali Angelo Capodicasa e Pippo Zappulla e dal deputato regionale Mariella
Maggio per Mdp, e dal deputato nazionale Erasmo Palazzotto, dal componente della segreteria Massimo Fundarò e dai segretari regionali Bianca Guzzetta e Luca Casarini per Sinistra italiana. Il vertice era stato convocato dal sindaco in vista delle regionali del prossimo 5 novembre con l'obiettivo di creare un 'campo largo', sulla scia del cosiddetto 'modello Palermo' - assieme al Pd e a forze centriste - che nel capoluogo siciliano ha portato alla rielezione di Orlando.

© Riproduzione riservata