Italia

Il ministro Minniti dopo l’attacco a Barcellona: rafforzare misure…

convocato il comitato antiterrorismo

Il ministro Minniti dopo l’attacco a Barcellona: rafforzare misure su territorio

Dopo l'attentato a Barcellona, il ministro dell'Interno Marco Minniti ha chiesto di tenere elevato il livello di vigilanza, rafforzando sul territorio le misure di sicurezza a protezione degli obiettivi ritenuti più a rischio, nonché verso i luoghi che registrano particolare affluenza e aggregazione di persone. A tal proposito, il Viminale emanerà una circolare ai prefetti. È quanto emerso dalla riunione del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo convocata al Viminale dal ministro Minniti.

In Italia «l'attenzione rimane altissima», ma «il livello della minaccia non cambia»: è ciò che emerge al termine del comitato straordinario al quale hanno partecipato i vertici nazionali delle Forze di Polizia e dei Servizi di Intelligence e i rappresentanti della sicurezza di Spagna a Roma.

Il messaggio di Mattarella

Quello che è accaduto a Barcellona e a Cambrils è «un'ulteriore, esecrabile dimostrazione della viltà di terroristi le cui azioni non cessano di suscitare orrore e ripulsa». Lo scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato a Filippo VI, Re di Spagna, dopo il terribile attentato che ha provocato 14 morti - tra cui anche due italiani - e circa 100 feriti.


«In queste drammatiche circostanze - scrive il capo dello Stato - il popolo Italiano si stringe fraternamente a quello Spagnolo, in un comune dolore, nel cordoglio alle famiglie delle vittime tutte, quale che sia la loro nazionalità, e augura ai feriti un pronto e completo ristabilimento». Mattarella conferma poi «la ferma determinazione del mio Paese a collaborare con la Spagna, insieme ai partner dell'Unione Europea e all'intera comunità internazionale, nella lotta senza quartiere al terrorismo e ad ogni forma di estremismo violento, a difesa dei comuni valori e libertà democratici e della sicurezza dei nostri Paesi».

Gentiloni chiama Rajoy: cordoglio e solidarietà
«Barcellona splendida e amica è sotto attacco Italia vicina alle autorità locali e spagnole. Pensieri rivolti alle persone colpite». Così nel tardo pomeriggio di ieri il premier Paolo Gentiloni ha espresso su Twitter la sua solidarietà alla Spagna per il terribile attentato che ha provocato 13 morti - tra cui anche due italiani - e circa 100 feriti. Solidarietà ribadita stamattina in una conversazione telefonica con il premier spagnolo Mariano Rajoy, al quale ha espresso anche il cordoglio e l'amicizia di tutta l'Italia per l'attentato.

A Rajoy Gentiloni ha sottolineato «l'unità e la fermezza di fronte al terrore che non l'avrà mai vinta sulla libertà e la democrazia». Il premier spagnolo ha assicurato la massima collaborazione all'Italia e ai paesi che hanno avuto persone colpite a Barcellona. Oggi, in segno di lutto per le vittime, a Palazzo Chigi saranno esposte le bandiere italiana, europea e spagnola a mezz'asta.

Il tweet del premier

Sui social anche il cordoglio dei presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, che invitano a non rassegnarsi alla paura, e di numerosi esponenti politici.E anche il Papa «prega per le vittime» ed esprime la sua «vicinanza al popolo spagnolo, in particolare ai feriti e alle famiglie delle vittime».

Intanto, alle 11 di oggi si terrà al Viminale la riunione straordinaria del Comitato Antiterrorismo (Casa), convocata ieri sera dal ministro dell'Interno Marco Minniti.

Su Twitter il cordoglio di Boldrini e Grasso
«Solidarietà a #Barcellona,ai feriti,ai familiari delle vittime. La sfida più grande è combattere il terrorismo senza rassegnarsi alla paura» ha scritto su Fb il
presidente del Senato Grasso commentando l'attentato di Barcellona. Cordoglio anche della presidente della Camera Boldrini, che ha twittato: « Vicina a #Barcellona e ai parenti vittime di questa orrenda strage islamista. La nostra resistenza sarà più forte della ferocia #terroristi».

Cordoglio del presidente del Senato

Rosato (Pd): non ci toglieranno forza difesa libertà. M5s: vicini a spagnoli
Anche il capogruppo Pd alla Camera, Ettore Rosato, affida ai social il suo messaggio di solidarietà: «Vicini a #Barcellona e alla Spagna colpite da violenza orribile. Non ci toglieranno la forza per difendere la libertà», twitta. «Cordoglio e vicinanza» anche da parte dei gruppi Cinquestelle di Camera e Senato e da destra il presidente della Liguria e portavoce di Berlusconi rivolge «una preghiera a vittime e feriti» e si dice «certo che la paura non piegherà la determinazione degli uomini liberi».

Il tweet della presidente della Camera

Da Raggi solidarietà alla sindaca di Barcellona
Su Twitter anche il messaggio della sindaca di Roma, Virginia Raggi: «Distrutti per il vile attentato sulla #Rambla. @Roma è vicina ai cittadini di #Barcellona. Un abbraccio a @AdaColau (sindaca di Barcellona, ndr). Restiamo uniti», scrive.

Raggi twitta la sua solidarietà alla sindaca di Barcellona

© Riproduzione riservata