Italia

Dopo la strage a Barcellona installate nuove barriere a Milano e Roma

ANCHE SUI NAVIGLI E DARSENA

Dopo la strage a Barcellona installate nuove barriere a Milano e Roma

A Milano sono state rafforzate ulteriormente le misure di sicurezza in seguito all'attentato a Barcellona. Già posizionate nuove barriere agli accessi laterali della Galleria Vittorio Emanuele, accanto a piazza Duomo, e
presto ne arriveranno altre nella zona della Darsena e dei Navigli.

Lo ha riferito la vicesindaco Anna Scavuzzo al termine del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza convocato in Prefettura dopo l'attacco avvenuto nella città catalana.

Per il vicesindaco Scavuzzo le azioni predisposte derivano da “un grande senso di responsabilità e un richiamo a regole già attive” poichè ha spiegato: “Ci sono alcune zone particolarmente sensibili come i Navigli e la Darsena che oggi sono molto popolate e hanno bisogno di attenzione maggiore come tutte quelle della Movida”.
Per ora non si parla di misure ulteriori per corso Buenos Aires anche se il vicesindaco si riserva di fare ulteriori approfondimenti anche sulla possibilità di controlli sui noleggi di furgoni.

La situazione a Roma
Anche nella capitale potrebbero essere presto installate nuove barriere in punti sensibili della città, luoghi particolarmente affollati o zone pedonali. E’ quanto sarebbe emerso nella riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza. Tra le ipotesi in campo che verranno valutate in una tavolo ad hoc tra Campidoglio e prefettura di Roma c'è la possibilità di mettere barriere, come new jersey o fioriere, in via del Corso e in via dei Fori Imperiali.


Le barriere non chiuderebbero il traffico in maniera completa, ma parziale, e potrebbero creare dei percorsi a zin zag per contrastare un eventuale attacco
terroristico come quello avvenuto a Barcellona. Potenziati probabilmente anche i presidi delle forze dell'ordine incrementati nei punti sensibili.

© Riproduzione riservata