Italia

Gentiloni: tutti i margini per crescita e lavoro, più investimenti…

la fiera del levante a bari

Gentiloni: tutti i margini per crescita e lavoro, più investimenti al Sud

«Nella legge di bilancio lavoreremo nei confini consentiti dal fatto che stiamo proseguendo su una politica che mette in regola i conti pubblici, riduce il deficit e consolida il debito italiano, perché abbiamo bisogno di sicurezza per la nostra economia e la messa in sicurezza del sistema continua. E insieme abbiamo bisogno - e useremo tutti i margini possibili - di accompagnare la crescita. Lo faremo innanzitutto sul tema del lavoro: lavoro, lavoro, lavoro come vera priorità». Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni all’inaugurazione della 81esima edizione della Fiera del Levante.

«Abbiamo una grande occasione per riprendere un cammino di sviluppo - ha spiegato il presidente del Consiglio - e il dovere di far corrispondere al cammino di sviluppo anche una riduzione delle diseguaglianze e del disagio sociale e quindi abbiamo il dovere di difendere e di promuovere il lavoro. Questa grande occasione non lasciamocela scappare». Prima di raggiungere il quartiere fieristico, Gentiloni ha visitato l'azienda Sitael nella zona industriale di Mola di Bari, leader nel settore aerospaziale, insieme al presidente di ConfindustriaVincenzo Boccia.

Gentiloni: crescita oltre stime, ma ancora difficoltà
Il premier ha parlato di «momento cruciale per la nostra economia e per il percorso che il Paese sta affrontando». Lo ha fatto sottolineando che «ci sono notizie incoraggianti: la crescita è andata oltre tutte le previsioni fatte fino a un anno fa, il Paese può vantare performance notevolissime soprattutto in alcuni settori». Tra i risultati positivi della ripresa economica, «il numero di occupati in Italia tornato ai livelli del 2008 che erano livelli record con 23 milioni di persone al lavoro. Dal 2008 al 2013 si sono persi un milione e novantamila posti di lavoro, oltre novecentomila sono stati recuperati negli ultimi tre anni». Ma «le difficoltà non sono certo alle nostre spalle». E ha perciò aggiunto: «Abbiamo bisogno di fiducia, di istituzioni rassicuranti, che diano certezza della capacità di essere presenti, di difendere il Paese e la salute dei nostri concittadini»

«Manovra incoraggerà investimenti a Sud»
Poi lo sguardo si è concentrato sul Mezzogiorno. «Il messaggio che vogliamo dare oggi da qui è che da diversi anni non ci sono mai state condizioni così favorevoli per investimenti e sviluppo nel Mezzogiorno e in Puglia in particolare» ha sottolineato il presidente del Consiglio, che ha aggiunto: «Questa è la consapevolezza che dobbiamo trasmettere all'esterno: non ci sono mai state condizioni più favorevoli per investire e la prossima legge di bilancio le incoraggerà ulteriormente» ha assicurato il presidente del Consiglio, che ha spiegato: «Investiamo sulla tutela dell'ambiente, sulla green economy, perchè sappiamo che questa può essere una delle carte fondamentali per l'Italia in Europa e nel mondo».

«Stiamo rendendo Ilva compatibile con ambiente»
A tal proposito il premier ha assicurati: «Stiamo rendendo l'Ilva di Taranto compatibile con l'ambiente. Lo so che è una sfida». In precedenza il governatore della Puglia, Michele Emiliano, nel suo intervento aveva insistito sulla necessità di decarbonizzare lo stabilimento siderurgico, criticando il fatto che nell'assegnazione dell'Ilva al nuovo acquirente non fosse presente questo aspetto.

L’81esima edizione della Fiera del Levante
Sono più di 400 gli espositori presenti e 20 i padiglioni interamente occupati per questa edizione della campionaria che animerà il quartiere fieristico da oggi sino al 17 settembre. 'Fil rouge' della rassegna l'internazionalizzazione delle imprese e la cultura. L'81ma edizione della Fiera sarà anche l'occasione per svelare il prototipo della minicar elettrica 'made in Bari' ideato dalla Tua Industries, società che fa capo al fondo di investimento americano Lcm (Lev capital management), che ha investito nella reindustrializzazione della Om Carrelli di Modugno (Bari), dove presto partirà con la produzione vera e propria.

© Riproduzione riservata