Lifestyle

Europei di basket: la Serbia infrange ancora il sogno dell'Italia

stop ai quarti di finale

Europei di basket: la Serbia infrange ancora il sogno dell’Italia

  • –a cura di Datasport

Il sogno dell'Italbasket si ferma ai quarti di finale. Gli uomini di Messina devono alzare bandiera bianca contro la Serbia, che aveva già eliminato gli Azzurri nelle ultime tre edizioni degli Europei: 67-83 il punteggio finale. Dopo una partenza complessa, la squadra di Djordjevic prende il comando delle operazioni senza più voltarsi indietro. In semifinale la Serbia affronterà la Russia, che ha eliminato la Grecia nell'altro quarto di finale. Una partita senza domani. L'Italia di Ettore Messina vuole cancellare la 'maledizione' serba per provare a centrare una storica qualificazione alla semifinale di Eurobasket 2017 contro la Russia. L'approccio degli Azzurri è impeccabile: la Serbia non fa mai canestro, chiusa dall'ottima difesa italiana, mentre l'Italbasket muove il punteggio con Melli e Datome (5-0). Bogdanovic, l'unico a segnare per la squadra di Djordjevic, sblocca la Serbia ma Melli gli risponde subito per le rime (7-4). Il canestro di Micic vale il primo vantaggio di serata per la Serbia, mentre sotto alle plance gli Azzurri faticano a reggere la fisicità di Marjanovic: 17-18 con i liberi di Milosavljevic dopo i primi 10 minuti di gioco. I vice campioni del mondo salgono di colpi e di intensità soprattutto in difesa ed il terzo fallo di Marco Cusin complica ulteriormente le rotazioni (già corte) di Messina. A tenere vive le speranze dell'Italia ci pensa un super Daniel Hackett, bravo a pungere dall'arco dei tre punti, ma dall'altra parte il gigante serbo fa il vuoto sotto ai tabelloni con Messina che è costretto a chiamare timeout per parlare con i suoi 25-32. La strigliata dell'assistente allenatore dei San Antonio Spurs non sortisce gli effetti sperati con le due squadre che vanno all'intervallo lungo sul comodo 33-44 per gli uomini di Djordjevic.

Al rientro sul parquet l'Italia litiga con i ferri della Sinan Erdem Arena mentre la Serbia domina a rimbalzo, soprattutto in attacco, e scava un solco sempre più profondo, possesso dopo possesso, con i centimetri di Marjanovic e le accelerazioni di Lucic. L'Italia, però, ha grinta, orgoglio e coraggio e, con i punti preziosissimi dal guerriero Paul Biligha, si riporta nuovamente a contatto (44-54). La Serbia, nonostante la netta superiorità sotto ogni voce statistica, non riesce a chiudere i conti, con il punteggio fermo sul 48-59 a 10 minuti dall'ultima sirena. L'Italia non intende mollare di un centimetro la presa sulla partita e si affida ai punti di Marco Belinelli e di capitan Gigi Datome, tornando pericolosamente a -8 con il canestro dell'ex Boston Celtics (58-67). A rimettere le cose a posto per Sasha Djordjevic, però, ci pensa la prima tripla di serata di Bogdan Bogdanovic che psicologicamente dà il colpo di grazia all'Italbasket. Gli Azzurri non riescono più a contenere lo strapotere fisico della Serbia che dilaga, allargando la forbice del punteggio fino al 67-83 finale. All'Italia non bastano i 15 di Datome e i 18 di Belinelli. In semifinale la Serbia se la vedrà con la Russia che ha superato la Grecia 69-74 nell'altro quarto di finale.