Lifestyle

Napoli, Sarri non fa drammi: "Siamo tornati sulla terra"

Sport

Napoli, Sarri non fa drammi: "Siamo tornati sulla terra"

  • –a cura di Datasport

Il brutto ko contro lo Shakhtar Donetsk nell'esordio in Champions League del Napoli non può certo lasciare soddisfatto Maurizio Sarri. Il tecnico partenopeo, però, non fa drammi ed analizza con lucidità la prestazione del suo Napoli: "Sbagliando gli approcci ci esponiamo a grandi rischi e stasera è andata così: abbiamo reagito più di forza che di testa - spiega ai microfoni di 'Mediaset Premium' a margine dell’incontro -. A centrocampo abbiamo perso le distanze e gli avversari tra le linee ci hanno creato delle difficoltà: non abbiamo concesso tante palle gol, ma qualche difficoltà ce l’hanno creata".   Il problema del Napoli non è però legato ad un calo di tenuta fisica: "Non vedo cali fisici, sarebbe precoce - prosegue il tecnico toscano -: il playoff è stato molto dispendioso dal punto di vista mentale e forse averlo superato ci ha causato un filo di appagamento, momentaneo, che ora stiamo pagando. Dobbiamo capirlo, superarlo e non scordarci che abbiamo perso 2-1 in casa della testa di serie del girone. A quelli che avevano tutte queste aspettative rispondo che siamo tornati sulla Terra: io sapevo che sarebbe stato difficile su questo campo".   Una chiosa finale sull'esclusione dal primo minuto di Dries Mertens: "E' un giocatore straordinario, non ne facciamo volentieri a meno. Ma è uno scattista, è un giocatore che ha bisogno di freschezza e non può fare 50 partite in una stagione: va preservato e l’abbiamo fatto questa sera. Uno spezzone l’avrebbe fatto. Ha delle caratteristiche per le quali è difficile rinunciarvi, ma qualche volta va fatto".