Italia

Renzi: non credete a falsità su noi, verità arriva e vale…

INCHIESTA CONSIP

Renzi: non credete a falsità su noi, verità arriva e vale doppio

«Non credete alle fake news». Matteo Renzi fa questo invito agli studenti della scuola politica di Pier Paolo Pasolini a Milano introducendo la giornata di lavoro di oggi. Anche senza riferimenti diretti alla vicenda Consip, ruggisce. «Non fatevi fregare da chi racconta le fake news. E di fake news e falsità costruite ad hoc ce ne sono tante. Noi siamo quelli che di fronte a una falsità costruita ad arte per mistificare le cose non reagiamo con rabbia ma con il sorriso zen di chi sa che la verità arriva. Questo ci ha caratterizzato sull'Expo, sul Jobs act».

«Scandali costruiti con modalità che sappiamo»
«Ci dicevano che eravamo implicati in scandali e stiamo vedendo, perché il tempo è galantuomo e sta giocando con la nostra maglia, che non erano scandali in cui qualcuno dei nostri era implicato, ma scandali costruiti con le modalità che sappiamo», aggiunge Renzi. «Dobbiamo sapere che la verità ha le gambe lunghe: arriva e quando arriva e vale doppio».

Alfano: notizie scandalose e inquietanti
«Quanto sta venendo fuori sui giornali sulla inchiesta Consip è scandaloso e inquietante», registra il ministro degli Esteri Angelino Alfano intervenendo a Limatola (Benevento), nel corso del meeting di Alternativa Popolare. «E quanto esce sui giornali non lo dice un giornalista, ma lo denuncia un magistrato e ciò rende ancora più scandaloso e penalmente rilevante, se è vero, il comportamento di alcuni soggetti». E ancora: «Le istituzioni democratiche devono vivere con preoccupazione ed inquietudine quanto è emerso nella vicenda Consip. Credo che bisogna andare fino in fondo per capire che cosa è davvero successo: se c'era qualcuno dietro, e chi ha agito per conto di chi». Per Alfano «bisogna capire tutto perché in ballo non c'è il destino di un persona o di una famiglia ma la tenuta delle istituzioni democratiche».

© Riproduzione riservata