Italia

Raggi: «Roma ce la fa anche senza le Olimpiadi»

fischiata alla partenza della via pacis

Raggi: «Roma ce la fa anche senza le Olimpiadi»

La sindaca di Roma Virginia Raggi
La sindaca di Roma Virginia Raggi

«Roma ce la fa e ce la sta facendo anche senza Olimpiadi». Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi a margine della partenza della Via Pacis, la mezza maratona per la pace di Roma, interpellata sulle polemiche per il no di Roma alle Olimpiadi del 2024. «Lo sport può declinarsi in tantissimi modi, quello di oggi è un esempio, ma possiamo fare tanti altri esempi di eventi sportivi, anche internazionali, che possono venire a Roma. Le Olimpiadi non sono l'unico esempio».

La sindaca fischiata alla partenza
Fischi e 'buu' alla sindaca di Roma Virginia Raggi da una parte dei partecipanti alla mezza maratona della pace - Half Marathon Via Pacis - partita poco fa da via della Conciliazione. Quando Raggi ha preso la parola per il saluto ufficiale è stata rumorosamente contestata, mentre altri applaudivano. Al termine hanno prevalso gli applausi.

Promuovere integrazione, inclusione e solidarietà
La mezza maratona per veicolare i valori della pace, integrazione, inclusione e solidarietà è partita da San Pietro. L’evento è stato promosso da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, Dicastero della Santa Sede, in collaborazione con la Fidal e con il patrocinio di Coni e Cip, Cinque le tappe che sottolineeranno la partecipazione delle diverse confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa, in due percorsi podistici dalla distanza equivalente a una mezza maratona di 21,097 Km per la competitiva e di 5 km per la non competitiva. Per tutta la mattinata per le strade della Capitale, correranno donne, uomini, famiglie, anziani, giovani, bambini, sportivi, persone con disabilità ma anche rifugiati.

«Il mondo ha bisogno di ponti, non di muri»
«Il mondo ha bisogno di ponti e non di muri. La pace va perseguita non semplicemente attesa», ha detto Melchor Sanchez de Toca dal Vaticano. «Partecipiamo molto volentieri a questa manifestazione che dà un segnale di pace. Come musulmani e come rappresentanti della Grande Moschea di Roma, a un mese dai tragici fatti di Barcellona, vogliamo riaffermare la condanna per ogni terrorismo in uno spirito olimpico di unità della città in tutte le sue componenti plurireligiose», ha affermato anche Omar Camiletti portavoce Grande Moschea. Per la presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, «è una bellissima iniziativa in cui Roma si fa promotrice di un messaggio di pacifica convivenza, ispirato al rispetto reciproco della legge, nella legge. Correre insieme è il modo migliore per abbattere le barriere».

© Riproduzione riservata