Italia

M5S, Fico non sarà sul palco della kermesse di Rimini

SCADUTO IL TERMINE PER VOTARE IL CANDIDATO PREMIER

M5S, Fico non sarà sul palco della kermesse di Rimini

  • – di Redazione Online

Si è aperta questo pomeriggio alla Fiera di Rimini la kermesse Italia 5 Stelle. La manifestazione è una tre giorni di festa per “incoronare” il candidato premier M5s e descrivere quella che può essere l’Italia con i 5 Stelle al governo. Nella serata di venerdì si parlerà di Rai e comunicazione: temi di solito affrontati da Roberto Fico. Il presidente della Vigilanza della Rai, esponente dell’ala ortodossa dei pentastellati, non salirà sul palco. A parlare saranno Mirella Liuzzi e Gianluca Castaldi. Una scelta che conferma il gelo tra i vertici Cinque Stelle e Fico, che alla fine ha deciso di non competere con Di Maio nella corsa per il ruolo di candidato premier di M5S. Sabato 23 settembre, alle 19, verrà annunciato il prescelto dalla rete tramite il voto online, che si è chiuso oggi.

Scaduto il termine per votare il candidato premier M5S
Alle 12 di oggi è infatti scaduto il termine per votare il candidato premier dei pentastellati. Dopo la prima proroga della scadenza per le votazioni fissata alle 23 di giovedì sera per le enormi difficoltà nella procedura di voto sulla piattaforma Rousseau - ufficialmente per intenso traffico: troppi accessi in contemporanea dei militanti iscritti per esprimere la preferenza - il blog di Beppe Grillo aveva annunciato un secondo slittamento della scadenza a mezzogiorno di oggi. Quella che si è chiusa a mezzogiorno è l’ultima tranche di un iter quanto mai tormentato per individuare il candidato M5S a Palazzo Chigi, che con ogni probabilità sarà il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio.

Grillo: largo ai giovani
«Le decisioni importanti - ha chiarito Beppe Grillo a margine di Italia 5 Stelle - le prederanno sempre gli iscritti ma è importante che ci sia un ragazzo di trent’anni che, se sarà eletto, andrà a parlare con i capi di Stato. Io comunque ci sono, sono il papà e il fondatore».

Le rinunce di Fico e Di Battista a candidarsi per la leadership
Un appuntamento quello di Rimini che dovrebbe riportare l’entusiasmo tra i pentastellati dopo i contrasti sulle regole per la scelta dei candidati premier. Sono otto in tutto i nomi in lizza per le primarie: il super favorito Di Maio e 7 minori. Le candidature minori sono quelle della senatrice Elena Fattori e dei militanti Vincenzo Cicchetti, Nadia Piseddu, Gianmarco Novi, Domenico Ispirato, Andrea Frallicciardi e Marco Zordan). Sullo sfondo le clamorose rinunce a presentarsi da parte di big del Movimento come lo stesso Fico e Alessandro Di Battista.

Il sospetto di un nuovo attacco informatico
Il sospetto, nonostante i bollettini rassicuranti apparsi ieri sul blog di Grillo («le prestazioni di Rousseau sono condizionate dall'alta affluenza in contemporanea che si sta registrando») è che il sistema operativo studiato dalla Casaleggio e associati e dato in regalo al Movimento sia stato bersaglio ancora una volta di attacchi hacker. Tra le ipotesi che circolano in queste ore, quella di un attacco Dos, che permette di rallentare o bloccare le attività di un server. Un problema in più per il Movimento, se fosse confermato, visto che proprio in vista di questo voto e dopo gli attacchi di questa estate al sistema, la Casaleggio & associati aveva promesso di correre ai ripari.

Il blog di Grillo: altissima partecipazione, respinti hacker
«Le votazioni per il candidato premier del MoVimento 5 Stelle si sono concluse oggi a mezzogiorno - si legge nel blog di Beppe Grillo -. Ieri è stata registrata un’alta affluenza in contemporanea di tantissimi iscritti fin dalle prime ore di apertura. Questo - si legge ancora - ha causato una virtuale coda ai seggi e molti non sono riusciti a votare nè entro le 19, nè entro le 23 di ieri. Motivo per il quale sono state disposte altre 4 ore di voto dalle 8 alle 12 di oggi. In questa mattinata le persone che ieri non sono riuscite, hanno potuto votare. I dati delle votazioni verranno custoditi da due notai e saranno resi pubblici solo domani alle ore 19 dal palco di Italia 5 Stelle a Rimini», scrive ancora il M5S. Sempre domani Di Maio salirà sul palco per effettuare il suo intervento.

«Tutti hanno potuto votare»
Nel testo pubblicato sul blog viene messo in evidenza che la partecipazione alle primarie online del M5s «è stata tra le migliori di sempre», che «la nostra casa era difesa come una fortezza», «tentativi di attacchi hacker sono stati respinti». Le tracce - continua il post - «saranno identificate dalla nostre telecamere di sicurezza virtuali e prontamente girate alla polizia postale». «La notizia è - prosegue il M5s - che tutti hanno avuto la possibilità di candidarsi (e nessuno è stato spinto a farlo per costruire competizioni farlocche) e tutti hanno potuto votare. Non c’erano correnti che si confrontavano, ma persone che si proponevano». Infine, un attacco ai media: «Si sono messi a giudicare e denigrare, mossi unicamente da fini politici e senza la cultura di base minima per capire quello che abbiamo realizzato».

© Riproduzione riservata