Italia

Terrorismo, espulso un pakistano di 27 anni che inneggiava alla jihad

76esima espulsione del 2017

Terrorismo, espulso un pakistano di 27 anni che inneggiava alla jihad

Il ministro dell’Interno Marco Minniti
Il ministro dell’Interno Marco Minniti

Il settantaseiesimo rimpatriato del 2017 è un cittadino pakistano di 27 anni , espulso oggi dal territorio nazionale per motivi di sicurezza nazionale. In totale dal 2015 a oggi sono state 208 le espulsioni eseguite nei confronti di soggetti che gravitavano in ambienti dell'estremismo religioso. Il 27enne pakistano espulso era stato segnalato alla Digos di Teramo per la presenza su Facebook di un profilo con fotografie inneggianti alla Jihad. La notizia è stata comunicat dal Viminale con una nota.

Immagini inneggianti all’Isis su Facebook
Gli investigatori, infatti, sull’account utilizzato dal giovane pakistano avevano trovato numerose foto e immagini inneggianti all'Isis e a vari gruppi ed esponenti del radicalismo islamico di matrice sunnita. C’erano anche contenuti contro gli Stati Uniti d'America, Israele e l'India, oltre a vari screenshot relativi a diverse tipologie di armi.

Attacchi a donne pakistane che danzvano in pubblico
Gli investigatori hanno anche accertato che il cittadino pakistano, in più di una circostanza, si era espresso in maniera fortemente critica nei riguardi di alcune donne che, durante una festa in Pakistan, avevano danzato in pubblico insieme ad altri uomini.

Rimpatriato con un volo per Islamabad
L’uomo, beneficiario di uno status della protezione sussidiaria, revocatogli lo scorso 11 luglio, il 14 settembre, è stato trattenuto nel Centro per rimpatri “Brunelleschi” di Torino ed espulso oggi con provvedimento di accompagnamento nel suo Paese per motivi di sicurezza nazionale. Il volo è decollato dall'aeroporto di Malpensa per Islamabad.

© Riproduzione riservata