Italia

Dossier Decise sforbiciate a Parma, a Bologna via 5 partecipazioni

    Dossier | N. 16 articoliPartecipate: i piani di dismissione dei Comuni

    Decise sforbiciate a Parma, a Bologna via 5 partecipazioni

    (Marka)
    (Marka)

    Alcuni Comuni, come nel caso di Ferrara e Ravenna, si presentano all’appuntamento con la scadenza fissata dalla legge Madia con il risultato di uno sfoltimento delle partecipate gi completato da tempo. Entrambi, rispettivamente con 15 e 16 partecipazioni, si preparano a cedere solo una piccola quota in Ervet, la societ in house della Regione per lo sviluppo territoriale. Per gli altri Comuni si prevedono decise sforbiciate, soprattutto per quello di Parma.

    A Parma continua la cura dimagrante
    La giunta di Federico Pizzarotti dopo aver ereditato 50 partecipazioni e averle portate a 34 dal 2012 a oggi, si appresta a ridurle ulteriormente, per arrivare a 25 societ, anche attraverso la fusione di due duplicati nel settore dei servizi all'infanzia, la controllata ParmaInfanzia (l'amministrazione detiene il 51% della quota) incorporer ParmaZeroSei.

    A Bologna via 5 partecipazioni
    Anche per il Comune di Bologna inizia l'operazione sfoltimento con un piano di razionalizzazione che prevede la dismissione di 5 partecipazioni, di cui due indirette, per portare le societ dalle attuali 12 a 9. Non saranno toccate le controllate, che sono 4, tra autostazione, servizi cimiteriali, centro agroalimentare e Societ reti e mobilit.

    A Reggio Emilia la fusione di due controllate
    Reggio Emilia, che conta 15 partecipazioni, proceder anche alla fusione di due controllate: Mapre Srl – che gestisce il mercato ortofrutticolo - sar incorporata in Campus Reggio (acquisto di beni e servizi per le attivit istituzionali del Comune). Grazie anche ad alienazioni di quote le partecipazioni scenderanno cos a 9.

    A Rimini si passa da 26 a 19
    Pi complessa la situazione di Rimini, che parte da 26 partecipate, delle quali 8 controllate direttamente o indirettamente: tra queste oltre a una holding di coordinamento, le societ che operano nel settore della formazione professionale, del trasporto pubblico, delle onoranze funebri, del ciclo idrico integrato e del centro agroalimentare. Tra fusioni, liquidazioni e scissioni parziali proporzionali le partecipate diventeranno 19. Tra le controllate che verranno liquidate anche Amir SpA (rete idrica) e Rimini Reservation, societ che ha unificato informazioni e accoglienza turistica.

    Forl scende da 19 a 16
    Il Comune di Forl, a sua volta, parte da una dote di 19 societ (4 controllate). Dovr ridurle a 16 anche attraverso la fusione per incorporazione di Forl Citt Solare Srl (valorizzazione e gestione del patrimonio) in Forl Mobilit Integrata, partecipata diretta con quasi il 78% delle quote.

    © Riproduzione riservata