Motori24

Dossier L’evoluzione hi-tech di Bmw

    Dossier | N. 34 articoliAuto, tutte le novità in arrivo nei prossimi mesi

    L’evoluzione hi-tech di Bmw

    Quando sei un marchio apprezzato per prestazioni e piacere di guida, non è facile scegliere quale strada percorrere per i futuri modelli. In un settore dove la guida autonoma e l’elettrificazione sono sulla bocca di tutti, spesso più per motivi di marketing che di reali progetti industriali, è importante comunicare in maniera chiara la propria strategia. Bmw lo ha fatto svelando al Salone di Francoforte presente e futuro della sua gamma. Oltre ai modelli esposti, il numero uno Harald Kruger ha annunciato che, a partire dal 2025, introdurrà sul mercato 25 modelli elettrificati di cui dodici vetture elettriche pure (Bev) e gli altri 13 basati sulla tecnologia ibrida plug-in ricaricabile Phev. In attesa dei futuri modelli, Bmw ha svelato la i Vision Dynamics, sportiva green che si colloca nella gamma i tra la i3 e la i8. La novità tedesca porta la mobilità elettrica su un nuovo livello grazie ad un’autonomia di 600 chilometri, un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 4 secondi e una velocità massima di 200 km/h, numeri che la eleggono immediatamente a concorrente della Tesla Model S. Come tradizione a Francoforte non mancano concept car che anticipano i modelli in arrivo nei prossimi anni, a partire dalla Z4 Concept. Già esposta a Pebble Beach, la scoperta tedesca mostra linee tese a partire dalla mascherina anteriore con doppio rene più largo e dal cofano inclinato. Attesa in versione definitiva nel corso del 2018, la nuova Z4 sarà abbinata alla capote in tela e non in metallo come sull’ultimo modello prodotto. Anche nel caso dell’esclusiva Serie 8 Concept il debutto a Francoforte arriva dopo quello ad un concorso di eleganza, visto l’anteprima di Villa d’Este. Sviluppata sulla piattaforma della Bmw Serie 7, la novità dell’elica conferma il nuovo corso stilistico con linee decise e personali a partire dal grande cofano e dai generosi passaruota dove troviamo pneumatici con cerchi in lega da 21 pollici. Se la Serie 8 è ancora un prototipo, la Bmw M8 GTE è già pronta per scendere in pista nel 2018 nei campionati Wec e Imsa. Sviluppata utilizzando anche l’intelligenza artificiale e la stampa 3D, risparmiando così tempo per test in pista, la novità bavarese è spinta dalla motorizzazione V8 TwinPower Turbo 4.0 litri di cilindrata da oltre 500 cv. Sempre motorizzazione V8 TwinPower turbo ma con cilindrata portata a 4.4 litri per la nuova Bmw M5 F90, con cambio automatico Steptronic a 8 rapporti e per la prima volta abbinata alla trazione integrale M xDrive. Per i puristi ci sarà la possibilità di spostare tutta la trazione sull’asse posteriore, dove i 750 Nm di coppia massima e i 600 cavalli promettono traversi di tutto rispetto. Anche le prestazioni sono da vera supercar, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in soli 3.4 secondi, da 0 a 200 km/h in 11,1 s e una velocità massima fino a 305 km/h. Restando tra i modelli in arrivo a breve in concessionaria, ha debuttato alla kermesse tedesca la nuova Serie 6 GT. Realizzata sulla piattaforma Clar della Serie 5, mostra dimensioni importanti con una lunghezza di 5.09 metri e un passo di 3.07 metri.

    Queste misure si traducono in un abitacolo molto spazioso e ben rifinito, con un vano di carico da 610 litri accessibile tramite il grande portellone. Al debutto saranno disponibili le versioni benzina 630i da 258 cv e 640i da 340 cv, mentre la 630d nea vrà 249. Se la Serie 6 GT si introdurrà in una nicchia di mercato, con la nuova X3 Bmw punta a raggiungere nuovi traguardi commerciali. La terza generazione è più lunga di 6 centimetri e arriva a 4,71 metri per una larghezza di quasi 1,90 m, mentre l’altezza da terra resta inalterata a 1, 66 m. La linea è più slanciata, grazie anche ad un coefficiente aerodinamico, il Cx, che scende da 0,32 a 0,29. Tutta nuova anche a bordo, mentre la capacità di carico (550 litri) del bagagliaio resta uguale ma guadagna in funzionalità grazie al doppio fondo e agli schienali reclinabili. Su tutte le versioni sarà presente la trasmissione Steptronic a 8 rapporti e la trazione integrale xDrive. Restando nella categoria dei Suv arriva l’X7 iPerformance, concept che rompe con le linee tradizionali del marchio e introduce nuovi concetti di stile. Sulla X7 tutto è eccessivo, a partire dalla lunghezza di 5.20 metri, dai cerchi in lega da 23 pollici e dalla maxi calandra anteriore. A bordo arrivano 6 posti tutti indipendenti, il guidatore può fare affidamento su due schermi da 12, 3 pollici per gestire la strumentazione e l’infotainment e naturalmente non mancano display anche per i passeggeri posteriori.

    Sotto il cofano arriva la motorizzazione ibrida eDrive che abbina un propulsore termico 2.0 litri benzina biturbo da 150 cavalli ad un’unità elettrica da 113 kW. Nonostante la stazza, secondo quanto dichiarato dal marchio di Monaco di Baviera, l’X7 Concept consumerebbe solamente 2 litri per 100 chilometri.

    Motorizzazione sempre ibrida per il restyling della i3, presentata a Francoforte anche nella versione i3S. L’inedito modello sportivo porta la potenza da 170 a 184 cavalli, monta cerchi da 20 pollici, è più bassa di 10 cm e dichiara prestazioni migliorate con una velocità massima di 170 km/h. Con il restyling arriva un nuovo alimentatore e un Wallbox che aggiunge 180 km di autonomia in meno di tre ore.

    © Riproduzione riservata