Motori24

Dossier Seat ora gioca la carta del riposizionamento

    Dossier | N. 34 articoliAuto, tutte le novità in arrivo nei prossimi mesi

    Seat ora gioca la carta del riposizionamento

    Un brand generalista, ma in grado di offrire delle interessanti alternative all’insegna della massima accessibilità. Alla Seat stanno lavorando per arrivare ad un riposizionamento della proposta commerciale che nei prossimi anni diventerà sempre più completa oltre che maggiormente rappresentativa dei settori più strategici a livello globale. Senza però mettere in discussione il Dna del brand che ha nella sportività accessibile una delle qualità più apprezzate dalla clientela europea. Di qui la prima della novità in rampa di lancio per Seat nei prossimi mesi. È la nuova Leon Cupra R che si annuncia coi suoi 310 cv come la vettura stradale più potente del marchio e verrà proposta in edizione limitata a 799 unità. Disponibile a partire dalla fine di quest’anno si potrà richiedere con cambio manuale o con l’automatico Dsg a 6 marce in entrambi i casi, tuttavia, abbinati alla trazione anteriore. Ma la più importante “new entry” annunciata per i prossimi mese da Seat è il nuovo crossover compatto Arona, realizzato sulla piattaforma modulare dell’Ibiza. Al momento del lancio saranno disponibili due motorizzazioni a benzina e tre allestimenti. In realtà si tratta di due livelli di potenza del tre cilindri mille turbobenzina, da 95 o 115 cv.

    I prezzi già annunciati della 1.000 EcoTsi da 95 cv partono da circa 17mila euro per la Reference, quasi 19mila per la Style e circa 21mila per la Xcellence. La versione da 115 cv non è disponibile con l’allestimento Reference, ma parte da quello batezzato Style da 19.500 euro, mentre l’Excellence costa 21.500 euro. Su queste due versioni è disponibile anche il cambio automatico Dsg, con il sovrapprezzo di 1.500 euro. L’equipaggiamento dell’Arona prevede, per la Reference, le seguenti dotazioni di serie: Media System Touch con quattro altoparlanti, Bluetooth, touch screen da 5” monocromatico, cerchi di acciaio da 16”, mancorrenti sul tetto neri, specchietti elettrici, alzacristalli elettrici davanti e dietro, climatizzatore manuale, sistema di frenata automatica, limitatore di velocità, assistenza alla partenza in salita e ganci Isofix per i seggiolini. Sulla Style si trovano in più, tra le dotazioni principali, touch screen a colori, sempre da 5”, cerchi di lega da 16”, regolatore di velocità, fendinebbia con funzione di fari di svolta, luci diurne a Led, computer di bordo, volante e leva del cambio di pelle, sensori di parcheggio posteriori, sistema di rilevamento stanchezza. Con la Xcellence si passa al touch screen da 8” con il pacchetto Audio, che include i comandi vocali, il lettore Cd e il Seat Full Link, mancorrenti e profili dei finestrini cromati, specchietti riscaldabili e ripiegabili, tetto a contrasto, climatizzatore automatico bi-zona, sistema di accesso e avviamento senza chiave e sensori pioggia e luce. L’offensiva di prodotto di Seat sarà completata il prossimo anno con l’arrivo di una grande suv che si inserirà al top della gamma e che adotterà, come da tradizione, il nome di una località spagnola. Altrettanto strategico nell’ambito dell’offerta di prodotto di Seat la disponibilità del motore bifuel a benzina e metano destinato all’Ibiza. Grazie a tre serbatoi, uno per la benzina e due bombole per il gas naturale è in grado di far percorrere alla Ibiza complessivamente quasi 1.200 km di cui 390 a metano, con emissioni di CO2, viaggiando in modalità gas, di soli 88 g/km. Infine in tema di hi-tech Seat ha sviluppato in collaborazione con Amazon, Alexa, il nuovo servizio vocale interattivo che sarà disponibile entro la fine dell’anno su Leon e Ateca e a partire dall’anno prossimo su Ibiza e Arona. Il dispositivo, continuamente implementato, sarà integrato nell’’infotainment di bordo e punta ad ottimizzare il tempo trascorso a bordo, aiutando il conducente a trovare una destinazione, un concessionario o un ristorante. Le numerose novità di prodotto in arrivo si inseriscono in un momento positivo per la Seat. Negli ultimi quattro anni, infatti, il brand è cresciuto del 30% con 410.000 unità consegnate nel 2016. Ma anche il 2017 sta procedendo bene: nei primi otto mesi sono state, infatti, vendute più di 310.000 vetture, +13%, il migliore risultato per Seat dal 2001.

    © Riproduzione riservata