Italia

Consob: due italiani su cinque non risparmiano per problemi di bilancio

Report sugli investimenti delle famiglie

Consob: due italiani su cinque non risparmiano per problemi di bilancio

Far fronte agli imprevisti è il motivo più frequente di risparmio delle famiglie italiane (69%). Mentre il 60% di chi dice di non riuscire a risparmiare dichiara di far appena quadrare il bilancio. Lo segnala l’ultimo rapporto Consob sulle scelte di investimento delle famiglie italiane che attesta che due italiani su cinque nel 2016 non sono riusciti a risparmiare, costretti tra vincoli di bilancio familiare troppo stringato e una buona dose di debiti. A fine 2016 risulta che il 42% delle famiglie ha un mutuo o un finanziamento per spese correnti.

Consultazione in famiglia per la scelta degli investimenti da fare
In Italia, più della metà degli investitori decide dove allocare i propri soldi dopo essersi consultato con i propri familiari, con i propri amici o con i colleghi di lavoro. Solo un quarto, invece, sceglie dopo aver sentito un consulente finanziario, oppure delega la gestione dei suoi risparmi a un intermediario, mentre i restanti agiscono in autonomia.

FAMILIARITÀ CON I PRODOTTI FINANZIARI
Dati in %. Il 20% non conosce alcun prodotto finanziario e il 35% non sa valutare la rischiosità dei prodotti più noti. (Fonte: Consob - Report on financial investments of Italian households)

Basse le competenze finanziarie
Dal report emerge che sono basse le competenze finanziarie degli italiani e molto spesso insufficienti per fare scelti di investimento efficaci e consapevoli. Nozioni di base come “rapporto rischio-rendimento” o “diversificazione del portafoglio” rimangono «oscure» per la maggioranza degli italiani, ma solamente un quarto degli italiani effettua un investimento finanziario avvalendosi di professionalità specifiche come quelle dei consulenti finanziari oppure delegando la gestione dei propri risparmi a un intermediario. Il 20% non conosce alcun prodotto finanziario, il 35% non sa valutare la risciosità dei prodotti più noti. Le conoscenze effettive, poi, divergono da quelle percepite.

LE DETERMINANTI DEL RISPARMIO
Far fronte agli imprevisti è il motivo del risparmio più frequente, dati in %. (Fonte: Consob - Report on financial investments of Italian households)

Il 45% degli intervistati investe in fondi e obbligazioni
Dai dati del report emerge che il 45% degli intervistati investe in fondi e obbligazioni bancarie. Si investe, nell’ordine, in depositi, immobili, fondi comuni, obbligazioni bancarie, azioni quotate italiane, titoli di Stato italiani e polizze assicurative finaziarie.

Il 40% legge l’informazione finanziaria
Più del 40% degli investitori dichiara di leggere l'informazione finanziaria, prevalentemente in autonomia (25%) o con il supporto di familiari e amici (10%) e solo in via residuale con l'aiuto del consulente (8%). Circa il 50% degli intervistati dichiara di non essere disposto ad acquistare un prodotto finanziario se non ne comprende l’informativa: il dato cresce al crescere delle conoscenze e della tendenza a essere ansiosi nella gestione del denaro. Per coloro che investirebbero in ogni caso (27%), giocano un ruolo prevalente la fiducia e la reputazione dell'intermediario.

© Riproduzione riservata