Motori24

Dossier L’Alleanza diventa più green

    Dossier | N. 34 articoliAuto, tutte le novità in arrivo nei prossimi mesi

    L’Alleanza diventa più green

    Nissan e Renault rilanciano sulla mobilità interamente elettrica per continuare a crescere e consolidare la crescita degli ultimi mesi. La nuova, seconda generazione della Leaf, l’elettrica più venduta al mondo, è uno dei tasselli chiave della strategia di sviluppo.

    Nel primo semestre ha ottenuto un record di vendite, arrivando a 5.268.079 veicoli, con un incremento del 7 per cento. Mentre il solo gruppo Renault ha conquistato il record semestrale con 1,88 milioni di veicoli venduti, che rappresentano una crescita del 10,4%, su un mercato in aumento del 2,6 per cento. E al rialzo concorre l’arrivo di Mitsubishi Motors nell’Alleanza Renault-Nissan, che ha portato i suoi frutti a livello mondiale.

    Pure in Europa continua la crescita dell’alleanza franco-nipponica. A fine agosto, il brand Renault da solo ha immatricolato 763.092 targhe (+6,03% rispetto ai primi 8 mesi del 2016). In Italia è il quarto brand con 91.565 mila targhe negli otto mesi. Parallelamente, anche Nissan ha dato il suo contributo con 387.961 vendite (+5,8% nello stesso periodo del 2016) delle quali 43.235 in Italia (+11,45%)

    Gli effetti benefici sono legati al rinnovo della gamma, ai nuovi lanci e allo sviluppo delle attività in tutti i mercati. Tra queste la joint venture eGT New Energy Automotive con DongFeng Motor Corporation, secondo costruttore in Cina, finalizzata allo sviluppo della mobilità ad emissioni zero per produrre veicoli elettrici competitivi per il mercato cinese e, nello stesso tempo, per l’Alleanza rafforzare la leadership globale in questo settore. Le competenze dei due partner porteranno alla realizzazione di un nuovo veicolo elettrico, un piccolo suv, con interconnettività intelligente. La Joint venture della quale Renault detiene il 25%, Nissan il 25% e DongFeng il restante 50%, avrà sede a Shiyan, una città della provincia centrale di Hubei, nella Cina centrale. Il il piccolo suv EV sarà prodotto dall’inizio del 2019 appunto presso l’impianto Dongfeng a Shiyan, con una capacità produttiva di 120.000 unità all’anno. La Cina, infatti, rappresenta il migliore mercato per gli EV. Nel 2016, ne sono stati venduti 256.879, con un incremento del 121% rispetto all’anno precedente. Durante i primi sette mesi di quest’anno, la produzione di veicoli elettrici ha raggiunto 223.000 unità e le vendite sono state 204.000 unità, con un incremento del 37,8% e del 33,6%.

    Uno degli obiettivi di Nissan è quello di continuare a primeggiare nel settore dell’elettrico. Dopo i 283mila esemplari venduti dal 2010 ad oggi, infatti, debutta la citata nuova Leaf che incarna la visione strategica della Nissan Intelligent Mobility che arriverà a gennaio prossimo.

    La novità principale è rappresentata dal propulsore elettrico con una maggiore efficienza energetica da 150 cv (110 kW) e con 320 Nm di coppia. Inoltre le batterie agli ioni di litio garantiscono maggiore potenza e capacità di stoccaggio dell’energia. La percorrenza è stata portata a 378 km secondo i test (New European Driving Cycle) con una singola ricarica. Ma arriverà un modello ancora più performante alla fine del 2018. Tre le novità più importanti: il sistema avanzato di guida assistita ProPilot, (che in autostrada su corsia singola assicura un’esperienza di guida più facile, sicura e meno impegnativa), il ProPilot Park che assume il controllo di sterzo, accelerazione, frenata e cambio marcia per eseguire automaticamente il parcheggio e l’e-Pedal che trasforma la modalità di guida perché permette al guidatore di partire, accelerare, decelerare e fermarsi semplicemente regolando la pressione sul pedale dell’acceleratore. Nuova anche l’app per smartphone, che consente di monitorare lo stato di carica del veicolo, di trovare la stazione di ricarica più vicina e di attivare il pre-riscaldamento e il pre-raffreddamento dell’auto per portarla alla temperatura ideale prima di salire a bordo.

    Sempre 100% elettrica, si chiama Symbioz, invece, la proposta Renault per la mobilità futura. Entro il 2030 saranno adottati nuovi scenari in cui l’uso più efficiente dell’energia, della connettività migliorerà il nostro modo di vivere e muoversi. Symbioz, basata su una piattaforma del segmento C e alimentata da motori elettrici al 100%, diventerà un’estensione della casa non solo per l’interscambio dell’energia con la batteria dell’auto che fa sistema con la rete elettrica per restituire l’energia accumulata in caso di necessità ma anche come spazi. Concepita con un abitacolo spazioso, con due motori alloggiati sull’asse posteriore e le batterie immagazzinate sotto il pavimento, presenta un cruscotto a scomparsa e sedili anteriori girevoli, essendo totalmente compatibile durante la guida con il livello 4 della guida autonoma, pertanto in questa modalità, il guidatore può rilassarsi e chattare, leggere un libro o godere di un accesso completo al suo ambiente digitale personale. La tecnologia di personalizzazione consente anche la rilevazione automatica degli occupanti per configurare sedili, musica e altri elementi relativi alla vita digitale dei passeggeri. Sarà pronta per i primi test già alla fine dell’anno.

    Intanto Renault ha deciso di commercializzare in Europa il pick-up Alaskan, frutto della collaborazione Nissan, il mezzo da lavoro da 1 tonnellata, presentato in Colombia nel 2016 e sino a oggi venduto con successo in America .Si parte con il modello a doppia cabina, con trazione 4x4 e motore turbodiesel 2.3 dCi da 160 e 190 cv, in seguito l’offerta verrà adattata alle necessità dei singoli mercati. Mentre Nissan ha iniziato la vendita della Micra Bose Personal Edition, costruita in soli 2.500 esemplari per l’Europa. Prima serie speciale della quinta generazione di Micra, nasce dalla collaborazione con la specialista statunitense del suono e viene prodotta in Francia nell’impianto di Flins. È proposta sia con motore a benzina tre cilindri turbo di 0,9 litri da 90 cv, sia 1.5 dCi turbodiesel da 90 cv, entrambi abbinati al cambio manuale.

    © Riproduzione riservata