Italia

Mef: pubblicate le linee guida sui Pir

49° giornata del risparmio

Mef: pubblicate le linee guida sui Pir

  • – di Redazione Online

Novità in vista per i Piani Individuali di risparmio introdotti dall'ultima legge di Bilancio e sempre più appetiti dagli operatori del mercato, e secondo una stima del Mef capaci di operatività di raccogliere finanziamenti per circa 10 miliardi di euro nel 2017. Intervenendo alla 49° Giornata del Risparmio, il capo della segreteria tecnica del ministero dell'Economia, Fabrizio Pagani, ha annunciato questa mattina la pubblicazione on line, sul sito del Dipartimento delle Finanze, delle Linee guida, per la creazione dei nuovi strumenti per la raccolta di risparmio.

Guida allinterpretazione delle norme di riferimento
Il documento - in pratica, una guida al funzionamento tecnico dello strumento e all'interpretazione della normativa di riferimento (la legge di bilancio 2017) che ha delineato lo speciale regime fiscale agevolativo per i Pir - era molto atteso dagli operatori, e verrà seguito nei prossimi giorni una circolare dell'Agenzia delle Entrate.

Le due sfide: più quotaioni e investimenti su non quotate
Quello dei Piani Individuali di Risparmio, ha sottolineato Pagani, «è stato uno strumento eccezionale: avete visto i numeri, non solo della raccolta ma di quanto della raccolta finisce alle medie e piccola imprese: oltre un miliardo. È un grande segnale». Ora, ha proseguito, «le sfide sono due»: la prima «è quella di far sì che più imprese si quotino sulla Borsa Italiana». La seconda «è far sì che una parte della liquidità dei Pir, forse una piccola parte ma comunque una parte
importante, vada anche alle imprese non quotate attraverso strumenti predisposti. Le linee guida precisano effettivamente come questi strumenti devono funzionare oltre a tutta un'altra serie di temi».

Mps in Borsa? «Attendiamo risposta Consob»
A margine del suo intervento a palazzo Altieri, dove si è svolto il convegno organizzato dall'Anspc, Pagani ha parlato anche del ritorno in Borsa di Mps, che avverrà «presto», senza alcun ripensamento da parte del Tesoro. Per la riammissione alle quotazioni della banca senese. «è stata fatta domanda a Consob, aspettiamo la risposta: non vedo problemi». ha spiegato il funzionario del Mf, ipotizzando un via libera anche entro questo mese. Le indiscrezioni circolate in questi giorni indicano la terza settimana di ottobre.

© Riproduzione riservata