Italia

Mattarella in collegamento con Nespoli: «State realizzando per tutto…

ospite virtuale a bordo della Iss

Mattarella in collegamento con Nespoli: «State realizzando per tutto il mondo una finestra sul futuro»

Il Presidente Sergio Mattarella a colloquio con l'astronauta Paolo Nespoli in missione sulla Stazione Spaziale Internazionale
Il Presidente Sergio Mattarella a colloquio con l'astronauta Paolo Nespoli in missione sulla Stazione Spaziale Internazionale

«State realizzando per tutto il mondo una finestra sul futuro». Collegamento video speciale con lo spazio questa mattina per il capo dello Stato Sergio Mattarella. Un filo diretto tramite Nasa con l'astronauta italiano dell'Esa Paolo Nespoli, che si trova in missione sulla Stazione spaziale internazionale. «Dallo spazio viene un bel messaggio perché sulla terra spesso non ci rendiamo conto di quanto le sorti del pianeta siano comuni», ha detto Mattarella. Nel corso del collegamento Terra-spazio Mattarella e @AstroPaolo hanno parlato della vita sulla Iss, degli esperimenti in atto, delle attività svolte dagli astronauti nel corso della giornata. Nespoli si trova nello spazio dallo scorso luglio nell'ambito della missione Vita (Vitality, Innovation, Technology, Ability), che è la terza di lunga durata dell'Agenzia Spaziale Italiana e anche la sua terza avventura nello spazio.

Mi mandi una foto dell’Italia dallo spazio
«Non dico buongiorno perché per lei l’alba viene ogni ora e mezza», ha esordito il capo dello Stato, collegato dallo Studio alla Vetrata del Quirinale. Ospite virtuale a bordo della Stazione spaziale internazionale, Mattarella ha ricordato che «andare nello spazio è il sogno di tanti ragazzo e lo è stato di tanti ragazzi che non lo sono più» e ha chiesto come sta andando la terza esperienza nello spazio di Nespoli. Poi ha chiesto ad @AstroPaolo una foto dell’Italia scattata dallo spazio. «Vorrei che scattasse per noi una foto dell’Italia dallo spazio - ha detto Mattarella - la voglio collocare al Quirinale».

Il presidente Sergio Mattarella con il presidente dell'Asi, Roberto Battiston, a colloquio con l'astronauta Paolo Nespoli in missione sulla Stazione Spaziale Internazionale

La stazione è un avamposto per guardare al futuro
La terza avventura sulla Iss «è stata una scoperta personale e il coronamento di un sogno», ha detto Nespoli, sottolineando che si sente orgoglioso e onorato di stare nello spazio, «di poter partecipare a questa missione umana fuori dal mondo, all’estensione del mondo degli umani fuori dalla Terra. È importante che avvenga e continui». Ha ringraziato l’Agenzia spaziale europea e l’Agenzia spaziale italiana, ha ricordato che la sua prima missione è stata proprio quella di costruzione la stazione spaziale, che la maggiornanza del tempo a bordo è dedicata a importanti esperimenti scientifici e tecnologici. «La stazione è un avamposto che consente di guardare come è la nostra vita sulla Terra e di guardare al futuro», ha detto. «Da qui il nostro pianeta sembra una nave in viaggio nell'universo e noi siamo tutti marinai. Siamo rappresentanti del genere umano», ha sottolineato ancora Nespoli.

Mattarella parla con Nespoli: «Mi mandi una foto dell'Italia»

Esperimenti a 360 gradi
Mattarella ha chiesto spiegazioni sugli esperimenti scientifici che si svolgono a bordo. Durante la lunga missione, che si concluderà a dicembre, Nespoli realizzerà oltre 200 esperimenti di cui 11 selezionati da Asi, in campo biomedico e tecnologico. «La stazione spaziale non è fuori dal mondo ma al centro del mondo perché - ha commentato il presidente - state facendo esperimenti importanti per il pianeta». Nespoli ha parlato di «esperimenti a 360 gradi», ha parlato di una serra dove si coltivano piante, delle ricerche che si svolgono a bordo, delle scoperte che saranno utili in futuro, degli equipaggiamenti di bordo, dei materiali per gli esperimenti sulla scienza della vita, su noi stessi, sugli animali, sui materiali. «Riusciamo a prendere dei piccoli tasselli di conoscenza, a esplorarli, a dare questa conoscenza ai nostri scienziati sulla Terra», ha detto @AstroPaolo. Ha parlato dei risultati che vengono già utilizzati sulla Terra dai centri di ricerca e dalle università, ma anche degli orari che scandiscono la vita sulla Stazione spaziale. Ha raccontato della vita degli astronauti sulla Iss, del lavoro e del tempo libero: guardano fuori dalla finestra, parlano con le famiglie, lavorano sui social media per coinvolgere la gente, per far vedere «come è unico il nostro paese». Si è parlato di scienza, tecnologia, innovazione, ma anche delle abilità acquisita nel corso degli anni da Nespoli facendo l’astronauta.

Il tricolore fluttuante sottolinea il rapporto dell’Italia con ricerca e innovazione
Facendo le capriole Nespoli ha sottolineato come è bella la sensazione di mancanza di gravità, si è presentato con un mappamondo che fluttuava proprio per l'assenza di gravità e ha concluso il collegamento facendo fluttuare la bandiera italiana. «Vedere il tricolore fluttuare nello spazio senza gravità - ha commentato il capo dello Stato - è entusiasmante e sottolinea il rapporto che ha avuto sempre l’Italia con la ricerca, con la scienza e con l’innovazione».

© Riproduzione riservata