Lifestyle

Panama, la qualificazione ai Mondiali diventa festa nazionale

storica impresa della nazionale di calcio

Panama, la qualificazione ai Mondiali diventa festa nazionale

L’esultanza popolare prorompe come mai nella storia del piccolo Stato centramericano. Panama, per la prima volta, conquista le fasi finali dei Mondiali di calcio, battendo in rimonta 2-1 il Costa Rica (anche se con alcuni episodi controversi), e arrivando a escludere nientemeno che gli Sytati Uniti, costretti a restare a casa dopo aver subito un’incredibile sconfitta per 2-1 da Trinidad e Tobago.

La rivincita delle piccole d’America, insomma, contro i giganti statunitensi , almeno per dimensioni e valori economici, se non per tasso di qualità tecnica. A Panama l’esultanza e la gioia collettiva è stata così intensa che il presidente Juan Carlos Varela ha firmato un decreto che istituisce per la giornata di oggi un giorno di festa nazionale.

Tutti a casa: imprese pubbliche e private, scuole di ogni ordine e grado a festeggiare l’impresa dei Canaleros. Mossa populista del presidente? Può darsi, e in rete non pochi lo dicono a chiare lettere. Comunque , il passaggio storico c’è stato ed è stato celebrato con tutti i crismi.

Shock, invece, negli Usa, per la clamorosa eliminazione dopo che, con quattro piazzamenti su sei buoni per volare ai Mondiali, sembrava davvero difficile fallire l’obiettivo di volare in Russia, l’avversario di sempre (almeno in campo geopolitico). Anche considerando le avversarie dirette del girone. E le cronache dei media statunitensi non hanno mancato di registrarlo, anche con parecchia enfasi, come “Usa Today”, che definisce il fallimento come «il più imbarazzante di tutta la storia dello sport statunitense». Al Mondiale, dunque, accedono direttamente Messico, Costa Rica e Panama; al playoff va invece l’Honduras.

© Riproduzione riservata