Lifestyle

Rugby, Benetton e Zebre in forma ma ora c’è il test di Coppa

tra club e nazionale

Rugby, Benetton e Zebre in forma ma ora c’è il test di Coppa

Benetton Rugby
Benetton Rugby

Vietato illudersi, consentito sperare. Non in imprese eclatanti mai riuscite in più di 20 anni, leggi qualificazione ai quarti, ma in partite “vere” che portino qualche successo e rafforzino l'autostima. Le Coppe europee di rugby prendono il via stasera con il confronto di Challenge tra Pau e Gloucester, e occupano i prossimi due fine settimana.

Benetton e Zebre debutteranno in trasferta, rispettivamente a Bath e ad Agen. Arrivano all'appuntamento con il morale alto per i risultati ottenuti finora nel Pro14, erede del Pro12 e allargato da questa stagione a due franchigie sudafricane. Il bilancio complessivo italiano è finora di cinque vittorie e sette sconfitte, nettamente migliore rispetto alle deprimenti medie delle nostre. Il Benetton ha un 50% di successi, essendo andato a vincere a Edimburgo per poi battere in casa gli Ospreys gallesi e i Southern Kings sudafricani, che sono partiti da un gradino apparentemente più basso delle altre. Proprio in casa dei Kings, a Port Elizabeth, le Zebre hanno ottenuto la prima vittoria stagionale, bissata a Parma da una emozionante affermazione sull'Ulster, che aveva superato tutte le avversarie precedenti.

Al di là della solida posizione di metà classifica occupata finora dalle squadre dirette da Kieran Crowley e Michael Bradley, hanno colpito favorevolmente l'attitudine dimostrata e anche la tenuta fisica. In più, ecco “spuntare” sul palcoscenico internazionale più di un giovane di talento.

Non è un caso che il ct dell'Italia Conor O' Shea abbia convocato ragazzi come Giammarioli, Licata - l'unico che gioca nel campionato di Eccellenza ma è stato occasionalmente prestato alle Zebre come “permit player” - e Minozzi in vista dei test match di novembre. Sono loro, con i due equiparati Hayward e McKinley, i giocatori del gruppo che non hanno ancora esordito in azzurro, ma altri 12 dei 34 convocati non superano le cinque presenze. Un buon segno, un indizio di quel coraggio che dovrebbe portare ad aprire più facilmente le porte delle franchigie per i migliori elementi che escono dall'Under 20.

Gli impegni autunnali metteranno gli Azzurri di fronte a Nazionali che stanno davanti a loro nel ranking mondiale. Si partirà sabato 11 novembre a Catania con Figi (attualmente al nono posto), per proseguire il 18 a Firenze con l'Argentina, che è decima, e concludere il 25 a Padova con il Sudafrica, clamorosamente battuto l'anno scorso, che occupa la quinta posizione. Noi partiamo da un (ben) poco soddisfacente gradino n. 14 e siamo intenzionati a salire: per farlo, e per scongiurare il pericolo di scendere ancora, bisognerà vincere almeno un test match.

Si potrebbe intanto puntare su Figi, spesso non al meglio nei match novembrini, con giocatori raccolti all'ultimo momento tra Oceania e Europa. Quanto ad Argentina e Sudafrica, il loro Championship si è appena concluso con un ultimo e un penultimo posto. Ma i sudafricani sono in crescita rispetto a 12 mesi fa, nonostante il terribile 57-0 subìto in casa della Nuova Zelanda. Proprio gli All Blacks hanno rivinto il torneo con uno score di soli successi, ma all'ultima giornata gli Springboks hanno sfiorato una rivincita che sarebbe rimasta nella storia, finendo sconfitti di un solo punto. Discorso diverso per l'Argentina, che il più delle volte ha giocato un rugby spettacolare per circa un'ora ed è crollata nei 20 minuti finali. Qualcosa di molto simile a quel che capita all'Italia in tante partite contro formazioni più forti.

LE COPPE EUROPEE
(calendario prima giornata)
Champions Cup
Girone 1. Venerdì 13: Ulster (Irl)-Wasps (Ing). Sabato 14: Harlequins (Ing)-La Rochelle (Fra)
Girone 2. Domenica 15: Northampton Saints (Ing)-Saracens (Ing); Ospreys (Gal)-Clermont Auvergne (Fra)
Girone 3. Sabato 14: Leinster (Irl)-Montpellier (Fra); Exeter Chiefs (Ing)-Glasgow Warriors (Sco)
Girone 4. Sabato 14: Racing 92 (Fra)-Leicester Tigers (Ing). Domenica 15: Castres Olympique (Fra)-Munster (Irl)
Girone 5. Sabato 14: Bath (Ing)-BENETTON TREVISO. Domenica 15: Toulon (Fra)-Scarlets (Gal)

Challenge Cup
Girone 1. Venerdì 13: Enisei Stm (Rus)-Bordeaux Begles (Fra). Sabato 14: Newcastle Falcons (Ing)-Dragons (Gal)
Girone 2. Venerdì 13: Cardiff Blues (Gal)-Lyon (Fra); Sale Sharks (Ing)-Toulouse (Fra)
Girone 3. Giovedì 12: Pau (Fra)-Gloucester (Ing). Venerdì 13: Agen (Fra)-ZEBRE
Girone 4. Sabato 14: Krasny Yar (Rus)-Stade Francais (Fra); London Irish (Ing)-Edinburgh (Sco)
Girone 5. Sabato 14: Worcester Warriors (Ing)-Brive (Fra); Oyonnax (Fra)-Connacht (Irl)


IL CHAMPIONSHIP 2017
Prima giornata: Australia-Nuova Zelanda 34-54; Sudafrica-Argentina 37-15
Seconda giornata: Nuova Zelanda-Australia 35-29; Argentina-Sudafrica 23-41
Terza giornata: Nuova Zelanda-Argentina 39-22; Australia-Sudafrica 23-23
Quarta giornata: Nuova Zelanda-Sudafrica 57-0; Australia-Argentina 45-20
Quinta giornata: Sudafrica-Australia 27-27; Argentina-Nuova Zelanda 10-36
Sesta giornata: Sudafrica-Nuova Zelanda 24-25; Argentina-Australia 20-37

Classifica finale: Nuova Zelanda 28 punti; Australia 15; Sudafrica 14;
Argentina 0

ITALIA: I CONVOCATI DAL CT
Piloni: Chistolini, Lovotti (Zebre); Ferrari, Pasquali, Zani (Benetton)
Tallonatori: Bigi (Benetton); Fabiani (Zebre); Ghiraldini (Toulouse)
Seconde linee: Biagi (Zebre); Budd, Fuser, Lazzaroni, Ruzza (Benetton)
Terze linee: Giammarioli, Mbanda' (Zebre); Licata (Fiamme Oro); Minto, Steyn (Benetton); Parisse (Stade Francais, capitano)
Mediani di mischia: Gori, Tebaldi (Benetton); Violi (Zebre)
Mediani di apertura: Canna (Zebre); McKinley (Benetton)
Centri: Benvenuti, Hayward (Benetton); Boni, Castello (Zebre)
Trequarti ala: Bellini, Venditti (Zebre); Esposito (Benetton); L. Sarto (Glasgow Warriors)
Estremi: Minozzi (Zebre); Padovani (Toulon)

© Riproduzione riservata