Italia

Studenti in piazza contro alternanza scuola-lavoro, scontri a Palermo

FEDELI CHIAMA AL CONFRONTO

Studenti in piazza contro alternanza scuola-lavoro, scontri a Palermo

Studenti in piazza oggi in varie città italiane all'insegna di una mobilitazione contro l'alternanza scuola-lavoro e per il diritto allo studio, per protestare anche contro le scarse risorse riservate alla scuola pubblica e le condizioni dell'edilizia scolastica. «Siamo studenti non operai», dicono gli slogan, per dire «no allo sfruttamento gratuito» e sollecitare la politica. La ministra Fedeli annuncia intanto per il 16 dicembre un confronto con tutti i soggetti coinvolti.

Scontri studenti e polizia a Palermo
Scontri tra manifestanti e polizia davanti al McDonald in piazza Castelnuovo a Palermo, dove è stato attuato un sit-in di un gruppo di studenti, non autorizzato,
nell'ambito della protesta «contro le politiche predatorie del governo». Due giovani sono stati fermati e ma rilasciati subito dopo. L’azione è «contro il sistema dell'alternanza scuola-lavoro, che spinge i giovani a lavorare dentro le multinazionali a titolo totalmente gratuito». Secondo gli studenti i tirocini
al McDonald «non sono formativi ma solo sfruttamento».

Fedeli: lavoriamo per elevare qualità dell’alternanza
L'alternanza scuola-lavoro è «un'innovazione didattica importante» e offre agli studenti «la possibilità di acquisire competenze trasversali». Anche per questo «come ministero, lavoriamo per elevare ulteriormente la qualità dei percorsi offerti» e «garantiamo il massimo impegno e anche la massima fermezza di intervento in caso di situazioni in cui il patto formativo che sta alla base dell'alternanza sia violato, impedendo a studentesse e studenti di fare un percorso significativo, innovativo e di qualità». Nel giorno della protesta degli studenti la ministra Fedeli assicura «un costante monitoraggio e controllo» sull'attuazione dei percorsi finiti nel mirino degli studenti perché - concorda - «la qualità formativa è decisiva». La ministra annuncia quindi per il 16 dicembre gli Stati Generali dell'alternanza «con tutti gli attori in campo, a partire dai rappresentanti delle ragazze e dei ragazzi».

© Riproduzione riservata