Italia

Bankitalia, Boccia: Confindustria non prende posizione e non entra nel…

la nomina del governatore

Bankitalia, Boccia: Confindustria non prende posizione e non entra nel dibattito

«Non abbiamo preso posizione. C’è un confronto molto serrato, legittimo, condivisibile o meno nel merito. C’è un criterio istituzionale da cui deriva la nomina, c'e' un grande partito che ha espresso la sua direzione di marcia e non tocca a noi entrare nel merito di queste cose». Ha risposto così il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia ai cronisti che gli chiedevano un commento sulla vicenda Banca d'Italia dopo la mozione del Pd votata alla Camera che impegna palazzo Chigi a individuare la figura più idonea a garantire la fiducia dei cittadini nelle banche, mettendo di fatto in discussione la corsa verso la nomina di Ignazio Visco per un secondo mandato.

«Nel metodo non entro, evidentemente hanno voluto esprimere una posizione, avranno le loro ragioni. Come Confindustria non riteniamo di entrare in questo dibattito» ha ribadito Boccia.

«Sui giovani primo passo, serve piano legislatura»
Conversando con i giornalisti a margine di un convegno di Fondazione Ottimisti & Razionali sul tema dei giovani anche alla luce dei dati Ocse, Boccia ha sottolineato come «ci sia stato un importante primo passo nella legge di bilancio, non definitivo sicuramente». Mentre i dati Ocse (l’Italia è al terzo posto per popolazione anziana) «confermano che il divario è alto e che un grande progetto di inclusione dei giovani deve essere un grande progetto Paese». Poi ha aggiunto: «Speriamo che si parta da questa legge di bilancio ma poi si apra un grande piano di legislatura in cui si metta il lavoro al centro». Quello dei giovani, ha concluso Boccia «è un tema che abbiamo lanciato noi» e «siano contenti che ne parlino tutti».

© Riproduzione riservata