Italia

Crollo nella basilica di Santa Croce: muore turista spagnolo di 52 anni

Aperta inchiesta per omicidio colposo

Crollo nella basilica di Santa Croce: muore turista spagnolo di 52 anni

(Ansa)
(Ansa)

A Firenze è una delle tappe imprescindibili del Grand Tour. La Basilica di Santa Croce, capolavoro del gotico toscano ma anche luogo di sepoltura degli italiani illustri celebrato da Ugo Foscolo nei Sepolcri, è stata oggi teatro di un incidente mortale. Un turista spagnolo di 52 anni è morto colpito da un elemento architettonico caduto dalla sommità di una navata. Da quanto si apprende, si è staccato un pezzo di peduccio di trenta centimetri, poco distante dalla cappella Bonaparte. Il distacco è avvenuto da una trentina di metri di altezza. Il turista, Daniel Testor Schnell proveniente da Barcellona, sarebbe stato centrato alla testa poco dopo le 14.30. Inutili i soccorsi prestati: il personale del 118 ha tentato a lungo manovre di rianimazione. La procura di Firenze ha aperto un’inchiesta. Il fascicolo, al momento, è contro ignoti. L’area nella quale si è verificato l’episodio è stata messa sotto sequestro per consentire tutti i rilievi del caso.

All’interno della chiesa con il turista, al momento dell’incidente, c’era anche la moglie, sentita a lungo dagli investigatori. La basilica è stata immediatamente chiusa per consentire le indagini. Lo sarà anche domani, in segno di lutto. Sono intervenuti anche vigili del fuoco e personale dell’Opera di Santa Croce. Lunga la fila di turisti all’esterno che ha invano atteso la riapertura al pubblico della struttura.

Crollato un peduccio in pietra
Il pezzo caduto nella basilica di santa Croce a Firenze che ha provocato la morte del turista sarebbe un «peduccio» in pietra, struttura che serve per aumentare la base di appoggio delle strutture lignee. Il pezzo si è staccato dal transetto di destra della basilica. È quanto si apprende da uno dei tecnici della Soprintendenza intervenuti sul posto. L’esperto ha quindi riferito ai cronisti che «non risultano segnalazioni di criticità» per l’area della basilica e che tutto è «assoggettato a periodici controlli».

La testimonianza
«Tutto è successo all’altezza della terza cappella gentilizia nel transetto di destra», ha spiegato una guida turistica, testimone dell’incidente. «Io in quel momento mi trovavo ad una quindicina di metri di distanza con i turisti che stavo accompagnando, quando ho visto un pezzo di pietra cadere. Non ho visto l’impatto con la persona ma ho sentito una donna, credo la moglie, iniziare a gridare. Non ho visto la persona riversa a terra perché c’era molta gente davanti - continua la guida turistica - ma ho visto dei frammenti di pietra e del sangue, così ho portato via i miei turisti perchè non assistessero alla scena.

Cade pietra da Basilica Santa Croce a Firenze, muore turista

Quando poi sono tornato, i custodi erano tutti intorno alla persona colpita e mi hanno detto che avevano già avvisato vigili e 118». Una gru è stata introdotta all’interno della basilica, attraverso il sagrato e la porta principale per mezzo di un sistema di passerelle, così da consentire ai tecnici di effettuare le verifiche del caso e le operazioni di messa in sicurezza del punto da cui si è staccato il peduccio. Alla scena hanno assistito numerosi turisti che si sono fermati a scattare foto. Intanto nel cortile attiguo alla basilica è entrato anche il carro funebre che trasferirà il cadavere del turista.

La Basilica di Santa Croce, consacrata nel 1443, rientra nel Fondo edifici di culto (Fec) del ministero dell’Interno, ente dotato di personalità giuridica. Amministrazione, tutela e valorizzazione del complesso francescano fanno capo all’Opera di Santa Croce, ente laico fondato addirittura nel Trecento e oggi organizzazione non a scopo di lucro.

© Riproduzione riservata