Italia

Manovra, proroga bonus mobili per il 2018. Sconto fisco su tessere bus…

la nuova bozza della manovra

Manovra, proroga bonus mobili per il 2018. Sconto fisco su tessere bus e treni

Proroga per tutto il 2018 del bonus mobili. Nuove risorse per il rinnovo
del contratto nel pubblico impiego. Detrazioni fiscali per gli abbonamenti al trasporto pubblico. Stretta contro le aziende che spostano profitti e utili all'estero con il solo obiettivo di minimizzare le tasse da pagare. Credito d'imposta per le spese sostenute per la formazione 4.0 fissato al 40% del costo del lavoro. Potenziamento dei Pir, estesi anche alle società immobiliari. Sono alcune delle novità, in gran parte anticipate dal Sole 24 Ore, contenute nella nuova bozza della manovra approvata «salvo intese» dal consiglio dei ministri del 16 ottobre, che potrebbe essere oggetto di ulteriori limature. Confermato un bonus per il verde urbano nel 2018: sarà detraibile una cifra pari al 36% delle spese documentate relative a giardini, terrazzi, balconi, fino a un massimo di 5mila euro per ogni unità immobiliare.

Proroga bonus mobili anche per 2018
Arriva dunque la proroga per tutto il 2018 del bonus mobili. Si tratta di una detrazione del 50% delle spese sostenute nel 2018 per mobili ed elettrodomestici, anche nell’ambito di interventi edilizi iniziati a partire da gennaio di quest'anno. La detrazione ha un tetto di 10mila euro. Nell’ultima bozza della manovra è prevista anche la stabilizzazione della cedolare secca al 10% per gli affitti abitativi a canone concordato, in scadenza il 31 dicembre.

Sconto fisco per tessere bus e treni
Sono previste anche detrazioni fiscali per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. Si fissa la detraibilità dall’imposta lorda al 19% per un importo delle spese non superiore a 250 euro all'anno. Arrivano poi per la prima volta le agevolazioni fiscali per “buoni Tpl”. Le somme rimborsate dal datore di lavoro o direttamente sostenute da quest'ultimo per l'acquisto di biglietti per bus e treni non concorrano a formare reddito di lavoro dipendente, così come avviene per i buoni pasto. Lo si legge nella relazione illustrativa alla nuova bozza della manovra.

Credito d'imposta per formazione 4.0 fissato al 40%
La versione finale del credito d'imposta per le spese sostenute per la formazione 4.0. dovrebbe essere meno generosa: si profila una riduzione del credito d'imposta dal 50% al 40%. Si tratta del 40% del costo del lavoro per le ore impegnate dal personale dipendente in corsi di formazione specifici su tecnologie Impresa 4.0 applicate in selezionati ambiti di formazione: vendita e marketing; informatica e tecniche e tecnologie di produzione. La misura si applica in via sperimentale per le spese sostenute nel 2018: il credito d'imposta è a favore di tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano nonché dal regime contabile adottato, e ha un tetto fissato a 300mila euro.

Arriva stretta su fuga utili all’estero
Stretta in arrivo, inoltre, contro le aziende che spostano profitti e utili all'estero con il solo obiettivo di minimizzare le tasse da pagare. È prevista l'introduzione di alcune norme, concordate in sede Ocse, contro il fenomeno Beps, acronimo di “Base Erosion and Profit Shifting”. Vengono introdotti paletti sulla “stabile organizzazione” con norme anti-abuso contro le false frammentazioni di sedi o per valorizzare il ruolo di rappresentanti che sottoscrivono contratti.

Fondi contratto Pa salgono a 2,9 mld
Saranno poi stanziate ulteriori risorse per il rinnovo del contratto nel pubblico impiego. La cifra, che riguarda la P.a centrale, si somma agli stanziamenti precedenti. Per il triennio 2016-2018 gli oneri a carico del bilancio statale sono
rideterminati in 300 milioni per il 2016, in 900 milioni per il 2017 ed in 2,9 miliardi a decorrere dal 2018. Lo stanziamento sarebbe necessario a garantire aumenti di 85 euro medi mensili .

Manovra, evitare l'assalto alla diligenza e puntare sulla crescita

Pir estesi anche a società immobiliari
Arriva anche un potenziamento dei Pir, i piani individuali di risparmio introdotti con l'ultima legge di bilancio. Nella bozza della manovra per il 2018, attesa in Parlamento nei prossimi giorni, si prevede l'estensione dello
strumento anche alle società immobiliari. La modifica consente di ampliare l’ambito degli investimenti qualificati, ai fini dei piani di risparmio a lungo termine, agli strumenti finanziari emessi dalle imprese che svolgono
attività immobiliari.

Sconto 50% spese consulenza per quotazione Pmi
Una dote di 30 milioni l'anno per incentivare la quotazione delle Pmi. Con un credito d'imposta del 50% sulle spese di consulenza sostenute fino a fine 2020 alle Pmi che vogliono quotarsi in un mercato regolamentato o in sistemi multilaterali di negoziazione. Lo prevede l’ultima bozza della manovra. Il credito d’imposta spetta a ogni impresa fino a un limite di 500mila euro ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione. Modalità e criteri di attuazione del credito d’imposta saranno stabilite da un decreto attuativo di Mise e Mef.

Bonus fiscale per chi assicura abitazione da calamità naturali
Tra le novità di maggior rilievo per il settore assicurativo e per i proprietari di casa è l'arrivo del bonus fiscale per chi assicura la propria abitazione dalle calamità naturali. Oltre alla detrazione Irpef del 19% sul premio pagato scompare la tassa occulta (assai poco visibile all'atto della sottoscrizione di una polizza) del 22,25% oggi dovuta che va a incidere sui premi.

Pacchetto norme per accelerare smaltimento Npl
Un pacchetto di norme punta ad accelerare lo smaltimento dei crediti deteriorati, che punta in particolare a rimuovere gli ostacoli legati alla circolazione degli immobili posti a garanzia degli Npl. Le misure sono contenute nella bozza della manovra, ancora oggetto di limature prima dell'arrivo in
Parlamento. Nel dettaglio, uno dei passaggi “chiave” del nuovo impianto normativo, si legge nella relazione illustrativa, è quello che rendere sostanzialmente neutrale, anche ai fini delle imposte indirette, l'intervento della società veicolo d’appoggio nella monetizzazione dei beni (tipicamente immobili) a garanzia dei crediti cartolarizzati. Si rimuove così «uno dei principali impedimenti alla massimizzazione del recupero e conseguente valore dei crediti garantiti».

Proroga cig 12 mesi aziende con oltre 100 addetti
Per le aziende con un organico superiore a 100 unità lavorative impegnate in un processo di riorganizzazione con un accordo al ministero del Lavoro è prevista la possibilità di prorogare per un anno la concessione della cassa integrazione straordinaria (passando da un limite di 24 a uno di 36 mesi). La bozza della manovra fissa la possibilità di richiesta di deroga per il 2018 e il 2019. Le aziende potranno chiederla se considerate a «rilevanza economica strategica anche a livello regionale» e in caso di «rilevanti problematiche occupazionali». La proroga potrà essere concessa «qualora il programma di riorganizzazione aziendale si caratterizzato da investimenti complessi non attuabili nel limite temporale di durata di 24 mesi» ovvero qualora il programma di riorganizzazione presenti piani di «recupero occupazionale per la ricollocazione delle risorse umane non attuabili nel medesimo limite temporale».

Sicurezza, 246 milioni in due anni per “strade sicure”
È stato prorogato fino al 31 dicembre 2019 inoltre l’impiego di un contingente di circa settemila uomini delle Forze armate per una spesa di 123 milioni all'anno per il biennio 2018-2019. L’obiettivo della misura è garantire i servizi di vigilanza di siti e obiettivi sensibili nell'ambito della lotta alla criminalità e al terrorismo.

Per presidi aumento di circa 400 euro mensili
Si tradurrebbe in un aumento netto mensile di circa 400 euro, invece, l’equiparazione delle retribuzioni dei presidi scolastici a quelle degli altri dirigenti della pubblica amministrazione secondo quanto previsto nella bozza della manovra che potrebbe essere ancora oggetto di limature. L’incremento riguarda la parte fissa dello stipendio. Interventi anche per rimodulare gli scatti dei professori universitari, come anticipato dal Miur nei giorni scorsi, e per assumere circa 1.600 ricercatori. Nella bozza sono previsti inoltre 15 milioni in più per i dottorati e maggiori risorse per il diritto allo studio (+10 milioni).

Sisma Ischia, arriva sospensione tributi
La nuova bozza della manovra sospende del pagamento degli adempimenti fiscali i residenti e le imprese dei comuni dell'isola di Ischia colpiti dal sisma del 21 agosto. Per la ricostruzione sono stanziati 50 milioni nominando il presidente della Campania Vincenzo De Luca commissario straordinario. Lo stop al pagamento di versamenti, tributi e cartelle riguarda i comuni di Casamicciola Terme e Lacco Ameno, che sono autorizzati ad assumere dieci persone a tempo determinato in deroga ai vincoli previsti dalla normativa vigente. Prevista anche la sospensione del pagamento delle bollette di luce, acqua e gas per un massimo di sei mesi.

Bonus 'vivaio' per calciatori under21
Arriva poi un incentivo di 5.000 euro e uno sconto su metà della retribuzione
per favorire lo sport giovanile e favorire l'addestramento e la preparazione di calciatori Under-21 per le società appartenenti alla Lega Calcio Professionistico, in pratica per alimentare i 'vivai' di serie A, B e C. La norma, che è inserita in un ampio pacchetto di promozione dello sport, prevede un incentivo, pari al 30% del contributi previdenziali, per ogni preparatore atletico.

Contro siccità piano triennale invasi idrici
Un articolo della bozza della legge di bilancio introduce una spinta per la programmazione e la realizzazione degli interventi necessari per limitare i danni connessi con la siccità - emersi ad esempio questa estate con le
vicende legate ai prelievi dal lago di Bracciano per il Comune di Roma. La norma, che prevede uno stanziamento di 50 milioni, punta a realizzare un piano piano triennale straordinario (2018-20) per la costruzione di invasi idrici multiobiettivo e per interventi volti a contrastare le perdite degli acquedotti
in collaborazione con i consorzi di bonifica

© Riproduzione riservata