Italia

Dossier In Sicilia ha vinto il partito dell’astensione: più di un…

Dossier | N. 51 articoliElezioni regionali siciliane 2017

In Sicilia ha vinto il partito dell’astensione: più di un elettore su due non ha votato

È stato l'astensionismo il partito vincente delle elezioni regionali siciliane. Non ha partecipato al voto il 53,24% degli aventi diritto, più di un elettore su due. Un fenomeno quello dell’astensionismo che è andato sempre crescendo in Italia a partire dagli anni settanta.

Alle urne il 46,76%
Alle urne a votare per l'elezione del nuovo Governatore della Sicilia e per il rinnovo dell’assemblea regionale - dove per la prima volta saranno eletti 70

parlamentari e non più 90 - sono andati il 46,76% degli elettori, contro il 47,41% delle precedenti elezioni del 2012 (- 0,65%).

Hanno votato oltre 2,1 milioni di elettori
Secondo i dati dell'ufficio elettorale siciliano, dunque, hanno votato 2.179.474 elettori sugli oltre 4,6 milioni di aventi diritto.

In Sicilia vince il partito dellastensione

Le percentuali delle province
La percentuale di voto più bassa si registra nelle province di Enna, con il 37,68% di votanti, ad Agrigento con il 39,6% e a Caltanissetta con il 39,83%.
Le percentuali più alte si registrano invece a Messina con il 51,69% e a Catania con il 51,58%. A Palermo ha votato il 46,4%, a Ragusa il 47,48%, a Siracusa il 47,55% e a Trapani il 45,43%.

L’affluenza alle elezioni siciliane del 5 Novembre 2017

© Riproduzione riservata