Lifestyle

Playoff mondiali: la Croazia ipoteca già la qualificazione, colpo…

Playoff mondiali

La Croazia ipoteca la qualificazione, colpo esterno della Svizzera

  • –a cura di Datasport

Nell'andata dei primi due playoff per volare in Russia la Croazia si diverte e travolge 4-1 la povera Grecia, mentre la Svizzera passa di misura 1-0 sull'Irlanda del Nord grazie a un rigore molto generoso realizzato dal rossonero Rodriguez. I croati chiudono la pratica già nel primo tempo con le reti di Modric, Kalinic e Perisic. Serve a poco il momentaneo 2-1 di Sokratis perchè i greci nella ripresa subiscono anche il poker firmato da Kramaric.

Primo tempo molto bloccato a Belfast nella bolgia del Windsor Park che non smette mai di incitare i propri giocatori.L'Irlanda del Nord si rintana nella sua difesa (in casa nel girone di qualificazione ha subito solamente tre reti) mentre la Svizzera prova a fare la partita ma senza grossi risultati. La prima occasione capita sui piedi di Xhaka che al 10' sulla sponda di Zuber sfiora la traversa con il mancino dal limite. Al 19' Seferovic ha sui piedi la palla del vantaggio ma McGovern con un miracolo salva il risultato. Dopo pochissime emozioni si va al riposo sullo 0-0. Nella ripresa però si accende subito il match con l'ex Inter Shaqiri che va vicino al gol con un gran tiro a giro di sinistro che sfiora l'incrocio dei pali con un McGregor che guarda immobile la sfera. Al 58' arriva l'episodio chiave della gara con un rigore molto generoso assegnato alla Svizzera per un fallo di mano in area di Evans. Dal dischetto il rossonero Rodriguez è infallibile e spiazza il portiere portando avanti la Svizzera. Dai vari replay il rigore sembra sinceramente inesistente, grosso abbaglio dell'arbitro Hategan. L'Irlanda del Nord prova a reagire e al 71' sfiora il pareggio con Magennis che tutto solo colpisce fuori di testa. Al 73' altra occasione per i padroni di casa con Brunt che calcia sul secondo palo ma la mira è ancora imprecisa. La Svizzera nel finale difende bene sull'assalto dei nordirlandesi e porta a casa una vittoria importantissima. Tutto ancora aperto in chiave qualificazione ma domenica a Basilea la squadra di O'Neill dovrà cercare di compiere un mezzo miracolo.

Grande spettacolo a Zagabria con la Croazia che davanti al loro pubblico gioca un fantastico primo tempo dominando una Grecia in evidente difficoltà. Al 13' i croati sono già avanti con il rigore realizzato di Modric. Il fallo viene conquistato da Kalinic su un errore clamoroso di Karnezis che controlla male un retropassaggio, perde palla e stende l'attaccante. Cinque minuti dopo la Croazia raddoppia con la rete del milanista Kalinic che su cross di Strinic dalla sinistra mette dentro con un tocco di esterno dolcissimo che finisce alla spalle di Karnezis. I croati sono straripanti ma la difesa greca è inguardabile. Al 30' però arriva il 2-1 con il colpo di testa del capitano Sokratis che dall'angolo di Fortounis sovrasta Lovren e indirizza la sfera nell'angolo alto. L'entusiasmo della Grecia che cerca di riaprire la partita dura però solo tre minuti perchè al 33' Perisic sigla il 3-1 grazie a un'azione manuale della Croazia che porta Vrsaljko al cross e il nerazzurro brucia tutti e insacca di testa. Nella ripresa Kramaric chiude definitivamente la partita firmando il poker su un altro disastro difensivo dei greci che regalano palla a Vrsaljko che mette offre il suo secondo assist per l'attaccante dell'Hoffenheim che da due passi mette in porta. Il match si chiude sul 4-1 con la Croazia che si dimostra superiore alla Grecia e mette una seria ipoteca sulla qualificazione.