Lifestyle

Italrugby, tre match per provare a scalare il ranking

sabato in campo contro figi

Italrugby, tre match per provare a scalare il ranking

Sul piano del gioco si cercano importanti conferme ad alcuni segnali provenienti da questo inizio di stagione. Ma naturalmente i progressi evidenziati a livello di superclub dovrebbero essere ribaditi anche con il conforto di qualche risultato positivo. Il che aiuterebbe l'Italia a risollevarsi da una 14esima posizione del ranking mondiale per nulla soddisfacente.

Proviamoci subito domani a Catania con Figi, che ci sopravanza di cinque posizioni ma che spesso nelle tournée europee denuncia qualche lacuna. I giocatori del Sud Pacifico sono atleti eccellenti, quasi tutti impegnati all'estero ed esperti di rugby europeo, ma una certa difficoltà a mantenere la disciplina, una mischia spesso non organizzata al meglio e l'impossibilità di svolgere raduni di una lunghezza adeguata non li aiutano quando si tratta di affrontare tournée di questo tipo. L'importante sarà non concedere loro troppi palloni e troppo spazio per mettere in mostra quel gioco arioso e spettacolare nel quale sono maestri.

Sette giorni dopo, a Firenze, ci toccherà l'Argentina (decima nel ranking). Con cui non vinciamo in casa dal lontano 1998. Una squadra non al meglio della condizione, ma pur sempre temprata dalle grandi sfide del Championship, il supercampionato dell'emisfero Sud. Quest'anno i Pumas hanno chiuso con sei sconfitte su sei i match in casa e fuori contro Nuova Zelanda, Australia e Sudafrica, denunciando carenze soprattutto nell'ultimo quarto di gara. Certo, noi non potremo impegnarli sui ritmi di certe grandi squadre, ma la gara è aperta e un successo liberatorio sarebbe la premessa migliore per il match del 25 novembre a Padova contro il Sudafrica, che attualmente è la quinta potenza a livello internazionale. Un match che a quel punto si potrebbe affrontare con animo sereno, ricordando la storica vittoria di un anno fa e riprovandoci, anche se gli Springboks nel frattempo si sono un po' ripresi e non vedono l'ora di ottenere una rivincita con gli interessi.

In ogni caso, vincere domani sarebbe un passo fondamentale. Nel frattempo, ci sono da considerare anche tutti gli altri confronti che caratterizzano i prossimi fine settimana. Con gli All Blacks che restano in cima alla classifica mondiale ma quest'anno hanno già perso due volte, dai British & Irish Lions e di recente dall'Australia. Per i neozelandesi due sfide con la Francia, poi la Scozia e infine il Galles in un Principality Stadium che già un mese fa dichiarava il tutto esaurito. Un menu niente male in attesa della sfida delle sfide, Inghilterra-Nuova Zelanda, prevista per l'anno prossimo. Gli inglesi ospiteranno Argentina, Australia e Samoa, mentre il Sudafrica giocherà domani con l'Irlanda per proseguire in Francia, Italia e Galles.

Sono 18, in tutto, i test match in cui sono impegnate sostanzialmente le migliori squadre del mondo. Alla fine vedremo se qualcosa è cambiato nella gerarchia ovale.

Così in campo (Catania, sabato 11 novembre, ore 15, diretta tv su DMax)
Italia: Hayward (Benetton Treviso); L. Sarto (Glasgow Warriors), Boni (Zebre), Castello (Zebre), Bellini (Zebre); Canna (Zebre), Violi (Zebre); Parisse (cap., Stade Francais), Steyn (Benetton), Minto (Benetton); Budd (Benetton), Fuser (Benetton); Ferrari (Benetton), Bigi (Benetton), Lovotti (Zebre). A disposizione: Ghiraldini (Stade Toulousain), Zani (Benetton), Chistolini (Zebre), Lazzaroni (Benetton), Licata (Fiamme Oro), Gori (Benetton), McKinley (Benetton), Minozzi (Zebre). Ct Conor O'Shea
Figi: Murimuriwalu; Tuisova, Tikoirotuma, Vatubua, T. Nagusa; Volavola, Lomani; N. Nagusa, Qera (cap.), Kunatani; Nakarawa, Ratuniyarawa; Saulo, Talemaitoga, Ma'afu. A disposizione: Koto, Ravai, Rinakama, Nabou, Voka, Seniloli, Botia, Goneva. Ct John McKee
Arbitro: Johnny Lacey (Irlanda)
I 18 Test Match
Sabato 11 novembre: ITALIA-Figi; Scozia-Samoa; Inghilterra-Argentina; Galles-Australia; Irlanda-Sudafrica; Francia-Nuova Zelanda
Martedì 14 novembre: Francia-Nuova Zelanda
Sabato 18 novembre: ITALIA-Argentina; Inghilterra-Australia; Scozia-Nuova Zelanda; Irlanda- Figi; Francia-Sudafrica
Sabato 25 novembre: ITALIA-Sudafrica; Scozia-Australia; Inghilterra-Samoa; Galles-Nuova Zelanda; Irlanda-Argentina
Sabato 2 dicembre: Galles-Sudafrica
Il ranking mondiale
1. Nuova Zelanda; 2. Inghilterra; 3. Australia; 4. Irlanda; 5. Sudafrica; 6. Scozia; 7. Galles; 8. Francia; 9. Figi; 10. Argentina; 11. Giappone; 12. Georgia; 13. Tonga; 14. ITALIA; 15. Romania; 16. Samoa; 17. Usa; 18. Uruguay; 19. Spagna; 20. Russia

© Riproduzione riservata