Motori24

Dossier L’innovazione ora sostiene la crescita del mercato

Dossier | N. 17 articoliEicma 2017, tutte le novità del salone delle moto e degli scooter

L’innovazione ora sostiene la crescita del mercato

Eicma 2017, Fiera del ciclo e motociclo alla Fiera Rho Pero. Fotogramma
Eicma 2017, Fiera del ciclo e motociclo alla Fiera Rho Pero. Fotogramma

È un bel momento per le due ruote. Dopo anni di difficoltà il comparto ha ripreso ad accelerare, a beneficio dell’intero sistema paese poiché l’Italia è il primo player europeo. Le immatricolazioni in ottobre hanno toccato quota 14mila unità con un incremento pari al +22,6 per cento.

In un mercato dove gli scooter dominano (valgono il 63%) si registra ora una impennata delle moto grazie a un rialzo del 33,3% per un totale di 5.200 esemplari, mentre gli scooter continuano comunque a crescere (+ 12% per circa 8.800 unità). E crescono (+22,7% a 2mila pezzi) anche i 50cc, finora in stato di coma.

«La ripresa – ha spiegato Corrado Capelli, presidente di Confindustria Ancma – non è casuale, ma frutto del lavoro dei costruttori e di tutta la filiera della moto che ha investito nell’innovazione di prodotto».

Del resto, i dati dei primi dieci mesi sono positivi. Da gennaio a ottobre 2017 le vendite di moto e scooter hanno toccato quota 192mila esemplari con un incremento del 7,9%. Evidentemente alla domanda di sostituzione – penalizzata negli anni di crisi – si è aggiunto un rinnovato interesse nell’utilizzo delle due ruote come soluzione ai problemi di mobilità urbana.

E qui si inserisce anche un aspetto non secondario: quello dei finanziamenti. Secondo l’osservatorio Compass, nei primi nove mesi del 2017 i finanziamenti erogati per l’acquisto di un motociclo sono aumentati del 14,5% rispetto allo stesso periodo del 2016 per un totale di 250 milioni di euro. Il 50% degli acquirenti avrebbe rinunciato o rimandato l’acquisto di una moto o scooter se non avesse avuto la possibilità di accedere a un finanziamento.

Infine un occhiata alle tipologie preferite: negli scooter il segmento principale resta quello tra 300 a 500cc con 40mila veicoli (+ 19%). Nelle moto continua l’affermazione dei modelli tra 800 e 1000cc (23.700 unità, +14%). Ma la crescita più importante spetta alle piccole moto di 125cc con 7.481 unità e un trend pari al +30%. Un dato importante: vuol dire che i giovani sono tornati in moto e che il mercato ha nuova linfa.

© Riproduzione riservata