Italia

L’Umbria prova a digitalizzare gli over 65 in una settimana

agenda digitale

L’Umbria prova a digitalizzare gli over 65 in una settimana

Digitalizzare tutti gli anziani di una regione in una settimana: l’ambizioso esperimento parte dall’Umbria dove lunedì 25 novembre prenderà il via «Interconnessioni», il progetto promosso dalla Regione Umbria e dalla Scuola umbra di amministrazione pubblica, in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale. A portare gli over 65 nel mondo digitale saranno studenti, giovani, makers, programmatori e startupper che avranno il compito di insegnare agli anziani a utilizzare gli strumenti informatici e di mappare i loro problemi e fabbisogni per elaborare proposte innovative e condivise sui temi del digitale per la terza età.

L’iniziativa nasce per rispondere a uno dei target dell’Agenda digitale, ossia quello di sviluppare le competenze digitali dei cittadini, anche di quelli a maggiore rischio di esclusione. L’Umbria ha deciso di farlo in un modo originale, con un tour di 5 tappe che toccherà Perugia, Terni, Spoleto, Città di Castello e Foligno.

Si parte a Perugia il 27 novembre con “Health Hackathon”, una maratona informatica per ideare e progettare dispositivi in grado di aumentare il benessere dell’anziano, e si prosegue il giorno successivo a Terni con un “popup maker” dedicato a soluzioni domotiche per migliorare la qualità di vita del cittadino over 65. Il 29 novembre a Spoleto ci sarà una sessione di “Lego Serious Play” sul tema del tempo libero, il 30 novembre a Foligno l’appuntamento con la maratona di creatività “Hackreativity”, mentre il 1° dicembre a Città di Castello gli studenti delle scuole aiuteranno i cittadini più anziani nelle ricerche in rete o nella compilazione dei moduli online, insegnando loro l’uso di computer, smartphone e tablet.

Secondo i dati Istat solo il 25,6% degli over 65 usa il computer e naviga in internet e secondo il Censis il 40,5% lo fa per cercare informazioni su aziende o prodotti, mentre il 37% cerca una località o una strada, il 31,9% per svolgere operazioni bancarie, il 20% per telefonare a figli e nipoti lontani e il 16,1% per fare acquisti (sondaggio a risposta multipla).

Uno degli ostacoli alla digitalizzazione è rappresentato dalla banda larga, ancora troppo poco diffusa in Italia: in Umbria su 379mila famiglie, 117mila non hanno alcuna connessione internet. Le famiglie connesse sono in totale 262mila ma solo 75mila però usano una connessione mobile a banda larga. Duemila famiglie hanno solo una connessione a banda stretta, 56mila famiglia dispongono di connessione fissa e mobile a banda larga; 127mila famiglie usano solo una connessione fissa a banda larga.

© Riproduzione riservata