Italia

Manovra 2018, al Senato l’arrivo in Aula slitta a mercoledì

  • Abbonati
  • Accedi
calendario parlamentare

Manovra 2018, al Senato l’arrivo in Aula slitta a mercoledì

Un nuovo fondo per i caregivers, lo slittamento dell'entrata in vigore della web tax al primo gennaio 2019, l'estensione a 15 categorie di lavori gravosi del blocco dell'innalzamento automatico a 67 anni dell'età della pensione, nuove risorse per i servizi sociali dedicati al Reddito di inclusione. Sono queste alcune delle novità della legge di bilancio 2018 scaturite durante il fine settimana dal tour de force di votazioni sugli emendamenti in V commissione al Senato. La commissione tornerà a riunirsi per tutta la giornata di lunedì e di martedì: scontato quindi lo slittamento dell'approdo in Aula a palazzo Madama del ddl, probabilmente mercoledì.

In settimana capigruppo Senato su priorità per l’Aula
Per la manovra, come già per il decreto legge fiscale, la richiesta della fiducia da parte del Governo è praticamente certa. Una volta archiviata la prima lettura, il presidente del Senato Pietro Grasso convocherà la capigruppo per concordare i provvedimenti da calendarizzare nella breve “finestra” di lavori d'Aula non monopolizzati dalla sessione di bilancio passata momentaneamente a Montecitorio. In ballo molti temi politicamente sensibili, come le norme sulla cittadinanza approvato dalla Camera a fine 2015 (con pochissime probabilità di approvazione, dati i contrasti interni alla maggioranza), la legge sul testamento biologico, su cui in settimana è previsto un sit in della associazioni favorevoli alla riforma. Candidate al passaggio in Aula anche le norme a tutela degli orfani da femminicidio, la cui approvazione è stata sollecitata da ultimo anche dalla sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi.

Dl fiscale, al via domani discussione generale alla Camera
Alla Camera, in attesa di avviare la seconda lettura della manovra dopo l'ok del Senato, il tema della settimana saranno le disposizioni urgenti in materia finanziaria contenute nel decreto fiscale n. 148/2017, in scadenza il 15 dicembre. Il Dl sarà all'attenzione dell'Assemblea da martedì 28, e anche in questo caso si attende la richiesta dalla fiducia da parte dell'Esecutivo. Da lunedì 27 novembre l'Aula avvia invece la discussione generale della proposta di legge per escludere il giudizio abbreviato nei processi per reati particolari come il femminicidio e lo stalking. In programma anche la discussione generale delle norme per l'istituzione del Registro pubblico delle moschee.

Sessione bilancio in vista, Montecitorio attrezza “spazio lobbisti”
In vista del suo turno di sessione di Bilancio e dei molti ritocchi annunciati per la seconda lettura della manovra (tra cui la modifica alla web tax e gli emendamenti sui bilanci degli Enti locali concordati da Anci e governo) Montecitorio si appresta ad inaugurare, in via sperimentale, uno spazio ad hoc al piano Aula di Montecitorio, vicino alla Galleria dei Presidenti, destinato ad ospitare i cosiddetti “rappresentati di interessi”. La nuova “Area lobbisti”, attrezzata con postazioni informatiche senza alcuna spesa per il bilancio della Camera, darà la possibilità ai rappresentanti di interessi iscritti nell'apposito registro, recentemente istituito dall'ufficio di Presidenza, di seguire i lavori della sessione con il circuito chiuso, la web tv e il canale sat della Camera.

© Riproduzione riservata