Mondo

Dossier Scalfarotto: «Partnership win-win con il Vietnam»

    Dossier | N. 6 articoliVietnam: nuove opportunità per il sistema-Italia nel contesto ASEAN

    Scalfarotto: «Partnership win-win con il Vietnam»

    “Partnership win-win con il Vietnam”. Così il viceministro allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto - al termine della missione del sistema-Italia nel Paese del Sud-est asiatico, con una settantina tra imprese e associazioni - ha definito alcuni iniziative-pilota realizzate in Vietnam. Scalfarotto ha presenziato alla firma ad Hanoi di un accordo che porterà alla realizzazione di un centro tecnologico italiano nel settore marmo e ha inaugurato l'Italy-Vietnam ACIMIT Tessile Technology Center presso l'Università di Tecnologia di Ho Chi Minh City. Nella capitale economica del Paese, il sottosegretario ha poi visitato l'Italy-Vietnam ASSOMAC Footwear Techology Center, focalizzato su calzature e pelletteria.

    Scalfarotto: «Partnership win-win con il Vietnam»

    Sono iniziative - ha sottolineato Scalfarotto - che aiutato la proiezione di imprese e tecnologie italiane in una delle aree del mondo a più alti tassi di crescita economica, mentre supportato l'economia locale in vari modi: dalla formazione professionale dei giovani al miglioramento delle produzioni che fanno così salire il Paese nella scala del valore aggiunto.
    A qualcuno potrebbe però venire un dubbio: non è che questo trasferimento di tecnologie e competenze italiane potrà finire per danneggiarci? No, risponde Gabriella Marchioni Bocca: “Non stiamo creando concorrenti: semmai a preoccuparsi dovrebbero essere i cinesi…”. La presidente di Assomac evidenza i vantaggi anche a lungo termine dell'affermazione di macchinari e tecnologia italiana nella regione: “E lo facciamo in un Paese che rispetta più di altri la proprietà intellettuale”.
    La missione organizzata da Confindustria e altre entità ha visto anche la partecipazione di una serie di piccole e medie imprese italiane che cercano di affacciarsi per la prima volta in Vietnam, magari con l'obiettivo di farne un hub per l'intera area Asean. “Le prospettive - ha concluso Scalfarotto - sono interessanti non solo per i tassi di crescita, ma perché l'anno prossimo dovrebbe cominciare a entrare in vigore l'accordo di libero scambio tra Unione Europea e Vietnam, che abbattera' non solo i dazi ma anche vari ostacoli non tariffari agli investimenti e al business”.

    © Riproduzione riservata