Italia

La manovra inizia il suo iter a Montecitorio: la carica dei partiti…

calendario parlamentare

La manovra inizia il suo iter a Montecitorio: la carica dei partiti dall’Ape sociale ai docenti Afam

(Fotogramma)
(Fotogramma)

La manovra dopo il placet del Senato, inizia ufficialmente il suo iter a Montecitorio martedì 5 dicembre. E già si moltiplicano le richieste di modifica su vari fronti, a partire dal lavoro. La commissione Lavoro della Camera, infatti, per voce del presidente Cesare Damiano, ha iniziato un pressing per chiedere di rendere più costosi i licenziamenti portando «l'attuale limite di 4 al limite di 8 le mensilità che spettano al lavoratore in caso di licenziamento». Pochi i fondi a disposizione per le modifiche: appena 64 milioni nel 2018 a disposizione, visto che il Senato ha 'prosciugato' quasi tutto il fondo per le spese indifferibili.

Chieste modifiche all’Ape social
Sul fronte della previdenza resta da completare il lavoro di Palazzo Madama, che ha recepito solo in parte le novità del confronto tra governo e sindacati. «Ci saranno interventi per quanto riguarda l'ape sociale - sottolinea Cesare Damiano - per migliorare le normative, ad esempio per includere» nell'anticipo pensionistico a carico dello Stato anche «le 4 nuove categorie coinvolte nel blocco dell'aspettativa di vita». Le categorie interessate all'Ape social passerebbero così da 11 a 15, quante sono le categorie di lavori 'gravosi' esonerate dallo scatto dell'età per la pensione a 67 anni previsto nel 2019. Il presidente della commissione Trasporti della Camera, Michele Meta chiede che sia inserita in manovra la norma che inasprisce le sanzioni contro chi utilizza il telefonino al volante («è pronta da diverso tempo», dice).

Stabilizzazione dei docenti Afam
Il Movimento 5 Stelle chiede la stabilizzazione dei docenti precari dell'Afam, ovvero i docenti dell'Alta formazione artistica musicale e coreutica. «Insegnanti altamente specializzati - spiegano deputati e senatori del M5S nelle commissioni Cultura di Camera e Senato - che sono le fondamenta su cui si reggono i Conservatori in Italia ma che vivono una condizione di eterno precariato». E ricordano di aver presentato al Senato un emendamento - bocciato - che stabilizzava per il biennio 2018-2019 i docenti.

La manovra passa alla Camera: i partiti tornano alla carica

Tutela dei consumatori in aula alla Camera
Alla Camera in aula la tutela dei consumatori su conguaglio luce, gas, acqua. Poi la relazione della Commissione anti-contraffazione, le mozioni per i parchi giochi inclusivi, contro la corruzione nella sanità e per una moratoria sulle armi autonome da intervento umano.

Visco audito il 15 dicembre, Padoan il 19
Le autorità di vigilanza e il ministro dell'Economia saranno auditi dalla commissione di inchiesta sulle banche tra la fine della settimana prossima e l'inizio di quella successiva. Lo ha confermato il presidente della commissione banche, Pierferdinando Casini. Il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, sarà audito giovedì prossimo 14 dicembre, il governatore di Bankitalia Ignazio Visco il 15 dicembre e il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, arriverà in commissione il 18 o il 19 dicembre.

Galletti audito sull’economia circolare
Nelle commissioni riunite Industria e Ambiente, giovedì 7 dicembre alle 8,30, interverrà in audizione il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, sull'economia circolare. La Commissione antimafia, mercoledì 6 dicembre alle 19,30, ha in programma l'audizione del premier Paolo Gentiloni.

© Riproduzione riservata