Italia

Legge elettorale, Rignano si sposta in collegio Firenze

in commissione ok a parere su collegi

Legge elettorale, Rignano si sposta in collegio Firenze

  • –di

Rignano, il Paese dove è cresciuto Matteo Renzi, passa nel collegio di Firenze. È questa una delle principali novità introdotte nello schema di decreto legislativo che ridisegna i collegi elettorali alla luce del “Rosatellum”, dopo l'intesa raggiunta in nottata tra Pd e centrodestra. Era stato lo stesso segretario dem
a criticare l’inserimento della sua Rignano nel collegio plurinominale di Livorno anziché di Firenze. La commissione Affari Costituzionali del Senato ha dato oggi il parere al governo sulla nuova ridefinizione dei collegi prevista dal Rosatellum. Il voto è avvenuto a maggioranza con Mdp, Sinistra Italiana, M5S e fittiani che hanno votato contro. Il parere è simile a quello della Camera ad eccezione di un collegio che riguarda la Campania. Anche la Affari costituzionali di Montecitorio ha dato l'ok a maggioranza: hanno votato a favore Pd, Forza Italia, Lega e Ap, contrari M5s, Mdp e Sinistra italiana.

Intesa Pd-Centrodestra
Al voto di oggi, così di primo mattino, si è arrivati perché, secondo quanto si apprende, sarebbe stata raggiunta un'intesa tra Pd e centrodestra in nottata. E l'accordo sarebbe stato stretto anche tra Camera e Senato per fare in modo che venissero introdotte le stesse modifiche.

L'Aula di palazzo Madama era stata sconvocata per l'intera giornata per dare la possibilità alla Commissione Affari Costituzionali di esaminare la questione dei collegi. Visto il voto a sorpresa a inizio mattinata, molti dei senatori che non devono partecipare ai lavori di altre commissioni, come quelli impegnati con la Commissione d'inchiesta sulle Banche, stanno già facendo ritorno "sul territorio" anticipando di un giorno il ponte dell'Immacolata.

© Riproduzione riservata