Italia

California low cost: Norwegian vola da Milano a Los Angeles

TRASPORTO AEREO

California low cost: Norwegian vola da Milano a Los Angeles

Afp
Afp

Dopo 16 anni Milano sarà di nuovo collegata con la California con un volo diretto. Ad effettuarlo sarà Norwegian Air Shuttle che dopo Roma atterra a Malpensa. La compagnia low cost di lungo raggio dal prossimo 16 giugno volerà su Los Angeles con un volo diretto effettuato con un Boeing 787-9 Dreamliner di 344 posti (35 in premium class e 309 in economy). Quattro i voli settimanali (martedì, mercoledì, giovedì e sabato) prenotabili da oggi alla tariffa di 239,90 euro la tratta (tasse incluse).

Con il nuovo volo da Milano Malpensa diventano 4 le rotte dirette tra l'Italia e la West Coast degli Stati Uniti, 3 delle quali sono operate da Norwegian: oltre alla Milano Malpensa – Los Angeles, c'è la tratta Roma Fiumicino – Los Angeles (disponibile da novembre 2017) a cui si aggiungerà il volo Roma Fiumicino – San Francisco/Oakland dal febbraio 2018. La quarta rotta diretta è la Roma Fiumicino – Los Angeles operata da Alitalia. La rotta di Norwegian da Milano Malpensa a Los Angeles è l'unico collegamento diretto tra la West Coast degli Stati Uniti e il Nord Italia, due enormi bacini di utenza. Il nuovo volo andrà così a colmare un vuoto che si era creato dal 2002 da quando a Milano non esiste più un regolare collegamento diretto e dopo 16 anni è la Norwegian a ripristinare questa tratta.

Quella di Milano Malpensa non è l'unica destinazione intercontinentale annunciata oggi dalla compagnia che dal prossimo anno volerà da Amsterdam a New York, a partire dal 7 Maggio e da Madrid a Los Angeles e New York JFK, rispettivamente dal 15 e dal 17 luglio. Con queste nuove rotte da Milano, Amsterdam e Madrid, salgono a 61 le rotte di Norwegian verso gli Stati Uniti da 16 aeroporti europei.

La concorrenza di Norwegian Air Shuttle sta mettendo sotto pressione i vettori europei ed americani costretti ad adeguarsi abbassando a loro volta le tariffe. Alcuni di loro come American Airlines e Delta Air hanno annunciato l'introduzione di tariffe low cost che escludono il costo del bagaglio e i pasti a bordo, ma per ora nessuno si è mosso. Sul fronte opposto vettori come Emirates che volano sugli States puntano sull alto livello di confort e servizi per rispondere alla concorrenza.

Il mercato americano continua a dare risultati positivi per le compagnie aeree e anche il prossimo anno si annuncia in crescita. Secondo l'ultimo report della Iata, l'associazione delle compagnie aeree, il traffico negli Stati Uniti è previsto in crescita del 3,5% nel 2018 e con una crescita dell'offerta del 3,4 per cento. Questo consentirà alle compagnie aeree, sempre secondo la Iata, di realizzare profitti netti per 16,4 miliardi di dollari in crescita rispetto ai 15,6 miliardi di dollari dell'anno in corso.

© Riproduzione riservata