Italia

Manovra: arriva super-bonus all’85% sui lavori…

  • Abbonati
  • Accedi
legge di bilancio / 2

Manovra: arriva super-bonus all’85% sui lavori condominiali. Stop a maxiconguagli in bolletta. Graduatorie scuola prorogate di un anno

Il capitolo Fisco, da chiudere dopo la prima tranche di modifiche varate ieri, e poi giochi, sport e scuola. Queste le voci della manovra 2018 all'attenzione in seconda lettura della commissione Bilancio della Camera, con il via libera ieri in serata ad alcuni emendamenti presentati dal Partito democratico. Tra cui nuove misure per la dismissione di immobili pubblici affidati al Demanio, che potranno essere ceduti anche a Stati esteri e un super-bonus fino all’85% per interventi in condomini che riducono il rischio sismico. La norma sul Demanio interviene invece sui programmi di dismissioni immobiliari da realizzare tramite cartolarizzazioni di fondi immobiliari o cessioni dirette avviati con la Finanziaria 2005. Per gli immobili della Difesa l'emendamento si rifà alle disposizioni previste dal Codice dell'ordinamento militare. Ecco le principali novità approvate in commissione bilancio alla Camera i nvista del rush finale della manovra, che deve essere definitvamente approvata in Parlamento prima di Natale.

Bonus unico per i lavori nei condomini delle zone sismiche
Arriva il bonus unico, somma di ecobonus e sismabonus, per gli interventi sui condomini «finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica». Lo prevede un emendamento di Antonio Misiani (Pd) approvato in commissione. L’emendamento stabilisce che il bonus sia all'80% nel caso in cui gli interventi determinino il passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore e all'85% per il passaggio a due classi inferiori. La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese non superiore a 136.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio. La norma, spiega Misiani, permette di superare l'impasse creato dall'esistenza per i condomini di bonus diversi che si applicavano spesso ad interventi operati sulle parti comuni degli edifici allo stesso tempo.

Ecobonus al 65% per caldaie di classe A con termovalvole
Con un altro emendamento è stato poi rimodulato l’ecobonus per le caldaie.
L'incentivo previsto dal ddl bilancio indistintamente al 50% per tutti i tipi di
impianti, sarà del 50% per le caldaie a condensazione di classe energetica A e non sarà invece corrisposto a quelle sotto alla prima classe. Allo stesso tempo se con la caldaia a massima efficienza saranno montati anche sistemi di termoregolazione (le valvole dei termosifoni) evolute, il bonus arriverà al 65%.

Scuola, graduatorie prorogate di un anno
Le graduatorie del concorso indetto con la legge sulla «Buona scuola» per l'assunzione a tempo determinato di personale docente varranno un altro anno. La Commissione bilancio della Camera ha infatti approvato un emendamento ad hoc alla manovra. Ci sarà quindi un anno in più per assumere i docenti giudicati idonei.

Le modifiche del Governo su appalti e Fondo accessorio Atenei
Novità in arrivo anche per gli appalti: per adeguarsi alle indicazioni della Commissione europea in materia, l’Esecutivo chiede di fissare a 30 giorni (contro i 45 previsti oggi) il termine massimo per l'emissione dei certificati di pagamento relativi agli acconti del corrispettivo di appalto. Prevista anche una deroga nel caso in cui il termine sia diversamente ed espressamente concordato dalle parti e previsto nella documentazioni di gara, purché non dannoso per il creditore. Le Università virtuose che rispettano i limiti massimi in termini di spesa per il personale e di indebitamento potranno invece, in via sperimentale, godere di maggiori margini per incrementare il fondo accessorio. La norma, spiega la relazione tecnica all'emendamento, si rivolge soprattutto agli Atenei che hanno cambiato la propria organizzazione, introducendo la contabilità patrimoniale e hanno adottato le strutture dipartimentali abolendo le facoltà.

Modifica per passare alle Regioni il personale delle Province
Gli emendamenti in arrivo dal Governo prevedono poi il passaggio alle Regioni del personale a tempo determinato e indeterminato in servizio presso le Province e le città metropolitane e addetto ai servizi per l'impiego. Viene anche rinnovata di un anno, fino a dicembre 2018, la gestione commissariale per la gestione del rischio sismico della Galleria Pavoncelli, mentre i contributi a favore delle associazioni combattentistiche sono messi a carico in modo specifico della presidenza del Consiglio e del ministero della Difesa.

Bollette: stop a maxi-conguagli, prescrizione in due anni
In attesa di conoscere anche le proposte di modifica del relatore Francesco Boccia (Pd) su web tax e digitale, che saranno depositate oggi, è arrivato il via libera all'emendamento che vieta le maxi bollette per le utenze dei servizi luce, gas e acqua, dovute a conguagli di molti mesi anche riferiti a periodi molto indietro nel tempo.In pratica, le aziende avranno due anni di tempo per “allineare” quanto pagato dall’utente e il consumo effettivo rilevato dal contatore, superando la pratica dei maxi conguagli.

“Anticipo” della proposta Baldelli
La norma (che ricalca la proposta di legge presentata dal forzista Simone Baldelli già approvata all'unanimità in prima lettura a Montecitorio la scorsa settimana) prevede che i pagamenti delle bollette dei servizi di fornitura delle famiglie e dei professionisti si prescrivano entro due anni invece dei cinque attualmente previsti dalla normativa. Inoltre i rimborsi ai citttadini e utenti dei conguagli non dovuti dovranno avvenire entro tre mesi.

“Smart Road”, 2 mln per avviare i primi test
Con il via libera ad un pacchetto di emendamenti bipartisan si avvia invece la fase sperimentale della “Smart Road”, il progetto Anas che punta a migliorare la sicurezza degli utenti della strada con l'adozione di tecnologie che garantiscano servizi di infomobilità̀, controllo e monitoraggio delle infrastrutture e del traffico.Nella prospettiva della guida connessa ed automatica la manovra autorizza la spesa di un milione di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019 destinati a finanziare i test dei primi prototipi e per la trasformazione digitale della rete stradale nazionale.

Giochi, in arrivo Registro degli esercenti
Arriva il Registro dei distributori e degli esercenti di gioco. Un altro emendamento varato dalla commissione Bilancio prevede l'istituzione di un registro informatizzato presso l'Agenzia delle dogane e dei Monopoli. Nel Registro verranno inseriti i dati relativi agli esercenti o distributori annotata l'eventuale estinzione del rapporto contrattuale o la sua sospensione. L'accesso al Registro sarà consentito solo al personale del Mef, alla GdF, alla Direzione investigativa antimafia, alla Uif e alle Questure. Per evitare l’utilizzo illecito degli apparecchi di gioco, le slot-machine dismesse dal mercato dovranno essere obbligatoriamente smaltite e distrutte. È quanto prevede la modifica alla legge di Bilancio promossa da Paolo Tancredi, anche questa approvata dalla quinta commissione.

© Riproduzione riservata