Lifestyle

Il Milan sprofonda a Verona. Gattuso sconsolato: «Una…

SERIE A

Il Milan sprofonda a Verona. Gattuso sconsolato: «Una figuraccia»

Gennaro Gattuso (Ansa)
Gennaro Gattuso (Ansa)

Il Milan è sempre più intrappolato in una crisi di cui non vede la fine. Oggi i rossoneri hanno rimediato una imbarazzante sconfitta (3-0) sul campo del Verona, che finora in campionato aveva vinto solo 2 partite su sedici. Il cambio di allenatore dunque non è servito, anzi il bilancio provvisorio di Gennaro Gattuso è sconsolante: pareggio con il Benevento con gol del portiere avversario a tempo scaduto (e primo e unico punto in classifica per i campani), sconfitta in Europa League contro il Rjieka, vittoria risicatissima con il Bologna, vittoria convincente in Coppa Italia con il Verona (3-0) ribaltata pochi giorni dopo dagli scaligeri con il clamoroso 3-0 di oggi al Bentegodi.

«Bisogna chiedere scusa e capire perché succedono queste cose: abbiamo fatto una figuraccia». Gennaro Gattuso esprime così l'amarezza dopo il ko di Verona. «Abbiamo fatto una figuraccia e bisogna guardare avanti», aggiunge il tecnico Milan che non imputa alle vicende societarie e al caso Donnarumma alcuna responsabilità: «Sarebbe facile dire sì ma non è vero - dice a Premium e Sky - I giocatori percepiscono lo stipendio ogni mese la società è molto presente e nello spogliatoio le problematiche non le tocchiamo con mano».

La cronaca
Partenza sprint degli ospiti, che creano un paio di buone opportunità per passare in vantaggio; prima è una giocata splendida di Suso che salta Caceres: pallone che sparisce per qualche istante e riappare alle spalle dell'ex Juventus, il traversone poi è impreciso per la testa del bomber croato. Un minuto dopo Milan ad un passo dal vantaggio. Verticalizzazione rapidissima di Suso che trova Kalinic al limite dell'area: l'ex Fiorentina apre il piazzone e cerca l'angolino, sfera che fa la barba al palo. Ma arriva, improvviso, il gol del Verona. Da corner, Caracciolo stacca, va in cielo e brucia Borini: l'inzuccata si spegne all'incrocio dei pali, con Donnarumma che forse da' l'ultima spinta in rete.

La reazione dei rossoneri è veemente. Kessie scappa al controllo avversario e fa partire una fucilata, Nicolas mette in angolo. Nicolas ancora protagonista su una triplice occassione per gli ospiti. Borini inventa un pallone geniale per Suso: lo spagnolo si ritrova a tu per tu con Nicolas, che para la prima conclusione, sul rimpallo si lancia Kessie ma viene bloccato e nuovamente Suso da due passi e' murato da Ferrari; ci prova ancora Suso su punizione, traiettoria a scendere, ma Nicolas è attento e in tuffo mette in corner. Nel recupero Orsato ricorre al Var per un contatto Borini-Ferrari. Per il milanista arriva solo il giallo, l'impressione e' che il direttore di gara lo salvi da un possibile rosso diretto.


© Riproduzione riservata